Portale di economia civile e Terzo Settore

Una webserie per raccontare Libano e Nicaragua con il sorriso

24

Una webserie per raccontare i progetti umanitari che la Ong Gvc porta avanti in Libano e in Nicaragua grazie anche ad alcuni giovani operatori europei dell’iniziativa di volontariato “EU Aid Volunteers”. E’ questa l’iniziativa promossa dal  collettivo Il Terzo Segreto di Satira e dal loro attore Marco Ripoldi che ha scelto di visitare i campi per i rifugiati siriani in fuga dalla guerra, ma anche remote comunità lagunari a rischio uragani e regioni rurali in cui regna la cultura della violenza “machista”.

Il risultato del viaggio è una webserie in 5 puntate da circa 9 minuti l’una che vanno sotto il titolo “TSS on the road” e che è stata proiettata in anteprima nei giorni scorsi a Bologna in occasione del Terra di tutti Film Festival.

Dal Nicaragua hanno raccontato “Para! Donne libere dalla violenza”, nato per garantire l’uguaglianza di genere e migliorare le condizioni di vita di donne e bambine, promuovendo i diritti umani ed eliminando tutte le forme di violenza, e il progetto di sviluppo e cura dell’ambiente per le comunità di Puerto Cabezas. In Libano invece hanno documentato la situazione dei rifugiati siriani nei campi profughi.

«Siamo restati molto colpiti. I due Paesi sono diversi tra loro, ma in entrambi i casi siamo entrati in contatto con storie complesse», evidenzia l’attore Ripoldi. «‘Para!’ è un progetto molto forte, per esempio. Ma anche il tempo passato a Porto Cabezas ci ha colpito. Sei nel nord del Nicaragua, Caraibi. Ti immagini palme, noci di cocco, mare cristallino. Invece trovi spazzatura, mare e terra inquinati, la malaria. Ma anche vedere la quotidianità in un campo profughi è un’esperienza che non si dimentica».

Il “Santo” Oscar Romero
Salute: l'uomo di Neanderthal combatteva contro le stesse malattie

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...