Portale di economia civile e Terzo Settore

Global Teacher Prize, il “Nobel” per gli insegnanti

18

Probabilmente è poco noto che esista il premio Global Teacher Prize della Varkey Foundation che può essere considerato come un premio Nobel per insegnanti, dal momento che consiste nell’elargizione di una somma di un milione di dollari.

A marzo di quest’anno è stata designata vincitrice Andria Zafirakou, docente di arte e tecnica tessile a Londra e lei stessa si rivolge a studenti e genitori affinché segnalino l’insegnante che più li ha saputi incoraggiare e ispirare.

Ha così dichiarato Andria: «Invito tutti, dai politici ai genitori, a sostenere gli insegnanti. Dopotutto, se la prossima generazione dovrà essere in grado di affrontare le colossali sfide che la aspettano, in un mondo reso ancora più incerto dai grandi cambiamenti tecnologici in atto, avrà bisogno della migliore istruzione possibile, e quindi di insegnanti validi». E ha aggiunto: «Vorrei incoraggiare gli insegnanti italiani a candidarsi a farsi avanti per aiutare a mettere in luce e celebrare il grande lavoro che compiono per preparare i giovani a un futuro oggi imprevedibile».

Infatti segnalazioni e domande per il prestigioso premio, giunto alla quinta edizione, sono da presentare entro domenica 23 settembre su questo sito dedicato.

Dal 2015 a oggi sono stati cinque gli italiani selezionati tra i finalisti del Global Teacher Prize e tutti sono diventati ambasciatori della Varkey Foundation: Lorella Carimali, Armando Persico, Barbara Riccardi, Daniela Boscolo e Daniele Manni. Tutti hanno asserito che anche la sola nomination al premio ha loro aperto molte porte a proficui interscambi con altri docenti, utili all’interazione con i propri studenti.

Tra gli iscritti al Global Prize 2019, le cui adesioni saranno in regola con la data della presentazione, ne verranno selezionati 50 entro dicembre di quest’anno mentre a febbraio 2019 i finalisti diventeranno 10. Tra questi ultimi sarà la Global Teacher Prize Academy a scegliere il vincitore. La cerimonia conclusiva si terrà il 24 marzo 2019 a Dubai.

La competizione è aperta a tutti gli insegnanti, indipendentemente dal tipo di scuola e dal Paese in cui si trovano, nel rispetto delle leggi locali, e che attualmente lavorano con bambini tra i 5 e i 18 anni, o che frequentano la scuola dell’obbligo. Possono partecipare anche insegnanti che lavorano con bambini di almeno 4 anni in programmi per la prima infanzia riconosciuti dal governo, così come quelli che lavorano part-time e che impartiscono corsi online. Gli insegnanti devono dedicare all’insegnamento almeno 10 ore a settimana e devono avere intenzione di continuare ad esercitare la professione per almeno altri 5 anni.

Osteoporosi: l'obesità potrebbe essere una delle cause
Chiuso al traffico il ponte San Michele tra Calusco e Paderno D’Adda

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...