Portale di economia civile e Terzo Settore

Giocampus: i bambini di Parma tornano in classe con il sorriso

16

Suono della campanella, questa mattina, per migliaia di studenti di tutta Italia. Dopo un’estata passata a correre, giocare e fare tuffi, i bambini e gli adolescenti sono pronti a tornare sui banchi di scuola, ma senza dimenticare le buone e sane abitudini. E’ questo l’obiettivo di una efficace alleanza educativa tra pubblico e privato, in sinergia con i Maestri del Gusto e del Movimento, che consentirà agli alunni di imparare l’importanza di una vita sana, grazie a una corretta alimentazione e al prezioso movimento all’aria aperta.

Ad essere coinvolti nel progetto Giocampus saranno, in particolare, oltre 7.600 studenti coinvolti in 60 ore l’anno di educazione motoria e in 20 ore di educazione alimentare. L’iniziativa di welfare community per promuovere il benessere delle future generazioni, attiva nella città di Parma e in 7 comuni della sua provincia, è il risultato di un’alleanza educativa che, oltre al Comune di Parma, coinvolge anche aziende private come, tra le altre, Barilla, Chiesi, Iren.

«Obiettivo di Giocampus Scuola è quello di promuovere l’educazione alimentare e motoria dei bambini in età compresa tra i 5 e i 14 anni per crescere future generazioni attente e consapevoli dell’importanza del proprio benessere, evitando in questo modo anche l’insorgere di disturbi alimentari sin dall’infanzia», spiega Elio Volta, responsabile del progetto. «Grazie a figure qualificate come i Maestri del Gusto, Giocampus avvicina i bambini alla scoperta dei cibi e dei sapori proponendo temi nutrizionali individuati dal Comitato Scientifico multidisciplinare dell’Università di Parma, Facoltà di Scienze degli Alimenti che affianca e supervisiona tutte le attività di Giocampus. Insieme ai Maestri del Movimento, i bambini imparano i valori dello sport e l’importanza di muoversi all’aria aperta”.

Non solo inverno, però. Il progetto Giocampus Scuola occupa l’intero anno: oltre alle lezioni in classe, con Giocampus Estate, vengono coinvolti nei campus estivi bambini dai 5 ai 14 anni negli ampi e verdi spazi del Campus dell’Università di Parma dove, applicando la metodologia del “Learning by doing” (letteralmente apprendere facendo), i bambini diventano protagonisti del loro tempo libero e, divertendosi, apprendono la cultura dell’alimentazione e del movimento con laboratori del gusto, attività naturalistiche, incontri con i campioni sportivi, giochi all’aria aperta e oltre 40 discipline sportive a disposizione. Mentre in inverno, con Giocampus Neve, rivolto ai ragazzi dai 9 ai 15 anni, la settimana bianca diventa una nuova occasione per stare insieme ai Maestri del Movimento, sciando e imparando le regole della comunità, fuori dalla quotidianità dell’ambiente domestico.

I farmaci stanno avvelenando i nostri fiumi
Terreferme: si concretizza il progetto per i minori stranieri non accompagnati

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...