Portale di economia civile e Terzo Settore

La Commissione Europea prende in esame l’abolizione dell’ora legale

8

L’ora legale è entrata in vigore in Italia più di mezzo secolo fa ed è stata uniformata in Europa negli anni ’80. Potrebbe però scomparire, dal momento che la Commissione UE ha lanciato pochi giorni orsono una consultazione pubblica online riguardo “eventuali modifiche alle attuali disposizioni della Ue relative all’ora legale”, vale a dire la direttiva 2000/84/CE.

Tutti i cittadini europei potranno esprimere la loro opinione e votare attraverso il portale internet istituzionale della Commissione fino al 16 di agosto. Sul sito si dovrà compilare un questionario, previsto anche in lingua italiana qui.

La direttiva 84 del 2000 riguardava tutti i Paesi dell’Unione Europea e, di conseguenza, l’eventuale abolizione dell’ora legale che modificherebbe la direttiva dovrebbe coinvolgere la stessa totalità degli Stati.

Nata per esigenze di risparmio energetico – e quindi per poter utilizzare maggiormente l’irradiazione dei raggi solari nel periodo estivo e successivamente prolungata dal mese di aprile a quello di ottobre – , oggi è stato rilevato come possa essere inutile l’adozione dello spostamento delle lancette dell’orologio due volte l’anno.

Infatti negli ultimi 18 anni – come ha sottolineato l’eurodeputata finlandese Heidi Hautala – il costo dell’illuminazione si è notevolmente abbassato e proprio in Finlandia recentemente è stata lanciata una petizione che proponeva l’abolizione dell’ora legale, incontrando il favore dei cittadini.

Dal momento però che la direttiva 84 dell’Unione è vincolante per tutti, è necessario che tutti i Paesi raggiungano un accordo sull’adozione dell’ora legale, poiché afferma Enrico Brivio portavoce della Commissione: «Nella consultazione ci sono fondamentalmente due possibilità di scelta: se tenere il sistema attuale invariato, oppure abolirlo per tutta l’Ue, perché non vogliamo una cosa a macchia di leopardo, non sarebbe buono il mercato unico».

Nel frattempo possiamo iniziare a dire la nostra direttamente sul portale della Commissione europea.

Festambiente: cercasi volontari
Da Gomma a Gomma, il nuovo progetto per il recupero degli pneumatici

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...