Portale di economia civile e Terzo Settore

Mare monstrum: in aumento i reati nel Mediterraneo

7

Il nuovo rapporto di Legambiente sui crimini riguardanti il Mediterraneo – Mare monstrum – è tutt’altro che confortante, per numeri e tipo di reati contestati. Tra abusivismo edilizio, pesca di frodo, navigazione da diporto e inquinamento, nel corso del 2017 i misfatti hanno toccato quota 17.030 per una media di oltre 46 azioni criminose al giorno. A questo dato implacabile ne va aggiunto un altro, e cioè che effettivamente rispetto all’anno scorso si è registrata una crescita dei reati pari all’8,5%.

Sono infatti cresciute anche le persone denunciate – dell’8% – che nel 2017 erano 19.564 e i sequestri 4.776. Numeri che nel frattempo sono cresciuti, con un aumento del 25,4%.

Mare monstrum spiega come i reati più diffusi siano quelli che hanno a che fare con l’inquinamento delle acque e del suolo, il risultato di scarichi fognari non a norma, depuratori poco funzionanti o addirittura assenti, spandimenti di idrocarburi e contaminazioni del suolo. Questi, insieme, raggiungono già il 35,7% del totale. C’è poi il 27,7% che si divide tra pesca illegale, cemento abusivo con il 19,5% e, per finire, le infrazioni al codice della navigazione della nautica da diporto con il 17,1%.

Di fronte a dati così sconfortanti, sarà presto Goletta Verde – la storica e importante imbarcazione di Legambiente – a spiegare in modo pratico e diretto cosa sta accadendo al nostro mare. Percorrerà ben 22 tappe, da Chiavari a Trieste, raccontando il precario stato di salute del Mediterraneo, in un viaggio che terminerà il 12 agosto.

Goletta Verde denuncerà i “nemici del mare” ma, allo stesso tempo, valorizzerà tutte quelle buone prassi che, al contrario, contribuiscono a rendere più pulito e vivibile il mare. Altro aspetto fondamentale che sarà parte integrante dell’azione di questa gloriosa imbarcazione, è che quest’anno verrà dato particolare risalto al Mediterraneo come luogo di accoglienza e integrazione tra i popoli, non più come un muro invalicabile per i popoli che lo attraversano.

I temi più importanti saranno quelli contro la plastica usa e getta e la lotta al marine litter, una delle più importanti emergenze ambientali insieme a quella rappresentata dai cambiamenti climatici.

Infine, com’è successo anche per le scorse edizioni, ci sarà anche il servizio SoS Goletta attraverso cui Legambiente fa appello alla responsabilità e al senso civico. Verrà chiesto ai cittadini e ai turisti di far presente tutte quelle situazioni riguardanti l’inquinamento delle acque, come ad esempio tubi che scaricano liquami direttamente in mare oppure chiazze anomale. In seguito, saranno i tecnici di laboratorio mobile a recepire le denunce per poi successivamente inoltrarle alle autorità competenti.

Google scoprirà la data della nostra morte con un algoritmo
La risposta a Trump: in Messico vince Obrador

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...