Portale di economia civile e Terzo Settore

Csv Asti-Alessandria: una campagna per incoraggiare anche i cittadini stranieri a fare volontariato

6

Tutto pronto per la nuova campagna di sensibilizzazione al volontariato del Csv di Asti-Alessandria. Si tratta di un’idea dai forti connotati innovativi, dal momento che ci si rivolgerà in modo particolare anche ai cittadini stranieri.

Le categorie di destinatari in totale saranno tre: i giovani, studenti o comunque non ancora lavoratori; i neo pensionati, o in generale tutti coloro che, in età matura, abbiano tempo libero e disponibilità; infine, i cittadini stranieri residenti ad Asti o ad Alessandria definiti «una forza sociale che può offrire un contributo importante per l’affermazione di una moderna cultura della solidarietà».

Gli slogan scelti per la campagna di sensibilizzazione sono molto accattivanti e interdipendenti tra loro. Per i giovani è stato scelto «Condividi la tua esperienza, riceverai esperienza». Per i cittadini over 60 «Condividi la tua esperienza, riceverai energia». Infine, molto bello e significativo lo slogan rivolto ai cittadini stranieri: «Condividi la tua cultura, riceverai integrazione per gli stranieri». Messaggi, questi, certamente personalizzati in base al target di riferimento ma tutti aventi un claim finale, uguale per tutti: «…e vinciamo tutti un mondo migliore».

L’innovazione riguardante la scelta di contemplare quest’ultima categoria è figlia di un protocollo d’intesa dello scorso anno tra la Regione Piemonte e i cinque centri di servizio per il volontariato presenti sul territorio, stipulato allo scopo di promuovere l’inclusione attiva dei cittadini stranieri. Punto fondamentale dell’accordo è non solo invitare questi ultimi a diventare volontari, ma anche a costituire loro stessi delle associazioni che lavorino in sinergia con quelle già esistenti.

Istat: oltre 5 milioni di italiani in povertà assoluta
L’insonnia riguarda anche i bambini: i 10 consigli della Società italiana di pediatria

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...