Portale di economia civile e Terzo Settore

Puglia: detenuti in aula per diventare chef

10

Il reinserimento lavorativo dei detenuti, in Puglia, passa attraverso i fornelli. E’ stato presentato nei giorni scorsi un progetto dal titolo “Ri-esco in cucina” promosso dall’Ente di formazione ENAIP Impresa Sociale e da FORMEVER LAB, Start Innovativa a Vocazione Sociale di Foggia che opera nel settore della formazione con progetti di innovazione sociale.

Il progetto è stato finanziato dalla Regione Puglia e prevede, appunto, il reinserimento sociale delle persone sottoposte a misure detentive attraverso la partecipazione a un corso di formazione professionale della durata di 900 ore. In particolare saranno 10 i detenuti della Casa Circondariale di Lucera (FG) a poter ottenere, al termine del percorso formativo, la qualifica professionale di “Addetto alla ristorazione”. Durante l’intero percorso, i futuri chef saranno supportati da alcune figure strategiche: oltre al tutor d’aula è prevista la presenza di un accompagnatore per il sostegno educativo all’utenza e un mentore individuato dalla direzione dell’Istituto di pena, quindi un detenuto in possesso di qualifiche o esperienze professionali nel settore della ristorazione che svolgerà attività formativo/istruttive nei confronti degli altri partecipanti al corso. Il progetto prevede 600 ore di attività pratiche tra laboratori e tirocini, che saranno svolti in appositi spazi adibiti nel carcere e nella cucina nonché nel refettorio della struttura. Le attrezzature già presenti nel laboratorio dell’Istituto saranno integrate da ENAIP che metterà a disposizione strumenti come affettatrici, piastre a induzione, palmari per le comande.

ENAIP e FORMEVER LAB hanno creato una vera e propria rete per la realizzazione del progetto. Numerosi, infatti, i partner che hanno aderito all’iniziativa: Comune di LuceraIstituto di Istruzione Secondaria Luigi Einaudi di Foggia – Ristorante Masseria Montaratro di Lucera – La Roscia New Pizzeria Braceria di Foggia – le Aziende di ristorazione collettiva e catering di Lucera Gam srl e Digma Service srl – Società Cooperativa Daunia Ferens di Foggia per il servizio di catering e noleggio di arredi e attrezzature – Osservatorio Giulia e Rossella Centro Antiviolenza di Barletta con sede operativa a Lucera – Associazione di volontariato I Diversabili OnlusCentro di Servizio al Volontariato di FoggiaARCI Comitato Provinciale di Foggia – APS JACO di Foggia – Cooperativa Sociale Costruire un sogno di Foggia – Libera Associazione di Volontariato Croce Blu di Lucera – APS Ad Personam di Manfredonia – ACLI sede provinciale di Foggia – Apulia Digital Maker di Foggia.

Si tratta di una iniziativa ad elevato impatto sociale che Formever Lab, in qualità di Start Up Innovativa a Vocazione Sociale, quantificherà attraverso il calcolo di un preciso indicatore. Una novità rispetto al passato: l’impatto di un progetto è sempre stato calcolato solo in termini di raggiungimento o meno degli obiettivi prefissati. In questo caso Formever Lab esprimerà l’impatto sociale anche in termini monetari, cioè quanto valore avrà prodotto ogni euro investito nel progetto.

Salute: l'apple watch monitorerà i sintomi del Parkinson
Tumore al seno e mare: ecco i 5 consigli dell'esperto

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...