Pubblicato il 2 giugno 2018

Creative Living Lab – premio per progetti di rigenerazione urbana

Scadenza: 16 luglio 2018.

Il Creative Living Lab è la prima edizione di un premio bandito dal Mibact  – Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane – DGAAP, che intende con il suo programma approfondire i temi della rigenerazione urbana condivisa delle periferie italiane, intese come territori che vivono realtà di fragilità sociale, economica e ambientale, non necessariamente lontani dal centro fisico della città ma caratterizzati da difficile accessibilità a servizi e infrastrutture. Il “CREATIVE LIVING LAB” ha obiettivi ben definiti:
– creare luoghi per attività che possano contribuire a rigenerare non solo la dimensione urbana ma anche quella socio-culturale, fondata sui principi della partecipazione, dell’approccio integrato e della sostenibilità, senza consumo di suolo, e diffondere metodologie destinate alle comunità.
– sensibilizzare i cittadini sui temi, le forme e la realizzazione di microprogetti di rigenerazione urbana, al fine di mettere in evidenza l’importanza, nelle operazioni di riqualificazione, degli aspetti culturali e sociali, non solo per il miglioramento della qualità della vita, ma come volano per il lancio di imprese sociali e/o culturali.
Con il Premio – spiega Federica Galloni Direttore DGAAP – intendiamo proporre un modello di riqualificazione urbana che ponga al centro le comunità locali e le coinvolga in progetti di autorganizzazione dal basso. L’obiettivo è incoraggiare un processo di empowerment e di riappropriazione territoriale, per una rigenerazione che contribuisca al miglioramento della qualità della vita e funga da volano di imprese sociali e culturali”.

SCHEDA
OBIETTIVI Finanziamento di progetti innovativi in ambito culturale e creativo orientati alla rivitalizzazione degli spazi interstiziali: aree ed edifici abbandonati o dismessi e zone di verde non curato. Il bando intende promuovere attività che contribuiscano a rigenerare la dimensione urbana e socio-culturale dei territori periferici, a diffondere metodologie destinate alla comunità e a sensibilizzare i cittadini sui temi, le forme e la realizzazione di micro-progetti di riqualificazione territoriale.
SOGGETTI BENEFICIARI Le proposte dovranno pervenire da soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro quali: associazioni, fondazioni, organizzazioni, comitati, costituiti in qualsiasi forma giuridica, che operano in campo culturale attraverso il coinvolgimento di stakeholder attivi sul territorio e dovranno rivolgersi alla creazione di azioni partecipate elaborate con l’apporto di mediatori culturali come architetti, paesaggisti, designer, artisti, registi, film-maker, fotografi, musicisti, performer, scrittori, psicologi, sociologi, antropologi.
I soggetti proponenti potranno presentarsi per una sola proposta progettuale.
REQUISITI Il Bando si rivolge a candidati riuniti in gruppi che alla data di presentazione della domanda abbiano i seguenti requisiti:
a) avere sede legale e operativa sul territorio italiano;
b) essere fiscalmente residenti in Italia;
c) avere all’interno del gruppo almeno una figura professionale (v. art.4 lett. b);
d) avere all’interno del gruppo almeno un componente che abbia un’esperienza professionale documentata nel settore specifico della rigenerazione urbana;
e) avere all’interno del gruppo almeno un membro di età compresa tra i 18 e i 35 anni alla data di presentazione della domanda;
Ulteriori requisiti sono specifiati dallo stesso art. 5 del bando.
ELABORATI Dovranno essere prodotti progetti in linea con gli obiettivi del bando e la proposta dovrà essere sviluppata attraverso i seguenti elaborati:
a) relazione descrittiva, utile a illustrare i criteri guida delle scelte progettuali;
b) cronoprogramma attività;
c) quadro economico dettagliato, suddiviso per voci di spesa;
d) curricula in forma sintetica del responsabile scientifico e dei componenti del gruppo di lavoro.
Per quanto qui non riferito si consiglia di leggere attentamente il testo originale del bando.
CARATTERISTICHE PROPOSTA Le proposte dovranno possedere le seguenti caratteristiche:
a) Sensibilizzazione e partecipazione (coinvolgimento delle comunità locali nel processo di rigenerazione);
b) Multidisciplinarietà (attività formative e laboratoriali coordinate da un gruppo multiprofessionale);
c) Sostenibilità (possibilità di sviluppo a medio e lungo termine);
d) Esemplarità e durata (ricorso a metodi riproponibili anche in altri contesti diversi da quello per il quale sono state sviluppate).
Si percisa che la realizzazione del progetto dovrà concludersi entro e non oltre 180 giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla delibera di concessione del contributo.
RISORSE Le risorse disponibili ammontano complessivamente a €205.000,00 (euro duecentocinquemila/00). Il finanziamento concedibile a ciascun soggetto proponente è fissato nell’importo massimo di €34.000,00 assegnato sulla base dell’elaborazione di una graduatoria di merito con l’eventuale attribuzione di menzioni speciali.
 PROCEDURE La proposta, a firma del rappresentante legale, deve essere inviata, pena esclusione, tramite la piattaforma http://www.aap.beniculturali.it/creative_living_lab/ , previa registrazione, entro e non oltre le ore 12,00 del 16/07/2018. Alla domanda di partecipazione dovrà essere allegata la documentazione prevista dal bando (documentazione amministrativa v. art. 7).
Le istanze pervenute saranno sottoposte a una prima verifica concernente la completezza e la regolarità della documentazione presentata e successivamente saranno valutate da una Commissione nominata dal Direttore della DGAAP.
 INFO Per maggiori chiarimenti in merito al bando è possibile scrivere al seguente indirizzo e-mail: creativelivinglab@beniculturali.it, entro e non oltre le ore 12,00 del 25/06/2018.
Da ottobre Milano ospiterà l'Accademia della Sostenibilità
Prendiamoci cura della salute mentale

Tags: , , , , , , , , , ,

Maria Pia Rana

Responsabile delle sezioni: Avvisi e Bandi e Offerta formativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...