neet

Pubblicato il 23 maggio 2018

NEEDS4NEETS il nuovo progetto de L’Albero della Vita

La Fondazione L’Albero della Vita ha avviato da poco il progetto NEEDS4NEETS per ridurre il numero di NEET nel quartiere Barona di Milano e tra gli ospiti del centro di accoglienza Faro in Città.

NEET è l’acronimo inglese di “not (engaged) in education, employment or training“, in italiano persone non impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione. Sono giovani tra i 15 e i 29 anni e in Italia hanno un’incidenza di circa il 24% sulla popolazione giovanile, la più elevata tra i Paesi della UE.

Il progetto è sostenuto da Bank of America Merrill Lynch e prevede un ciclo di 10 appuntamenti tematici: ognuno di loro sarà dedicato a un settore formativo e professionale specifico, al fine di mostrare a 50 ragazzi l’esempio di giovani adulti che abbiano già concluso il percorso scolastico e formativo ed abbiano quindi  intrapreso un’attività lavorativa. Ad ogni incontro seguirà sempre la visita, da parte dei ragazzi coinvolti, a luoghi educazionali come scuole tecniche, centri di formazione professionali, addirittura facoltà universitarie, per conoscere quelli che potrebbero essere gli sbocchi delle formazioni sia culturali sia pratiche.

Purtroppo, come ricorda L’Albero della Vita, il rischio di abbandono scolastico per i ragazzi del nostro Paese è molto alto e anzi, è il più alto tra i Paesi dell’Unione Europea e NEEDS4NEETS si adopererà affinché questo trend negativo si riduca.

Lara Sgobbi, referente area protezione minori per Fondazione L’Albero della Vita, afferma decisa: «Questo progetto rappresenta un’ottima occasione per offrire ai ragazzi del quartiere dei modelli positivi, per avvicinarli al mondo della formazione e del lavoro, facendoli incontrare direttamente con giovani adulti che raccontano le loro storie di successo».

Oltre alle date degli incontri NEEDS4NEETS che troverete sul sito, il progetto prevede anche una seconda parte, complementare agli incontri a tema, che si svilupperà nel mese di giugno e proseguirà per tutto l’autunno.

 

Papa Francesco: essere felici è…
India: un software per trovare i bambini scomparsi

Tags: , , , , , , , , ,

Patrizia Abello

Sono nata a Milano da genitori piemontesi. Mi sento però a tutti gli effetti milanese perché amo profondamente la mia città. Ho svolto nel corso degli anni praticamente tutti i lavori inerenti ad aziende di commercio alimentare. Sono poi passata a interessarmi di economia e finanza ma le mie passioni rimangono quelle umanistiche, in particolare la Storia. Mi piace molto scrivere, attività che ho sempre svolto con molta passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...