le poche cose certe

Pubblicato il 16 aprile 2018

“Le poche cose certe” di Valentina Farinaccio

Dopo il brillante esordio con “La strada del ritorno è sempre più corta”, di cui avevamo parlato qualche tempo fa, Valentina Farinaccio torna nelle librerie con il suo nuovo romanzo, “Le poche cose certe”, e si conferma scrittrice talentuosa.

In questa seconda avventura da romanziera la Farinaccio, dotata di una penna particolarissima in cui le parole, pur essendo il risultato di un’attenta selezione linguistica, scorrono leggere con naturale limpidezza, mette a frutto la propria abilità narrativa scegliendo come protagonista del suo romanzo un uomo, Arturo, incapace di essere protagonista della propria vita.

In balìa di se stesso e delle numerose paure che lo inseguono, Arturo conduce un’esistenza scandita dal costante presagio di fallimento: abituato a boicottare miseramente le occasioni che la sorte gli apparecchia, l’incontro fatale con Atlantide, una giovane e sfrontata ragazza conosciuta per caso, appare ad Arturo l’evento giusto per uscire dall’immobilità che lo attanaglia e imparare finalmente a stare al mondo.

Se vi va di accompagnare Arturo in questa piccola impresa personale e vedere come va a finire vi consiglio di leggere questo romanzo; chi lo farà si ritroverà a viaggiare su di un vecchio tram fra passato e presente con una sola certezza nel cuore: nella vita occorre avere coraggio per non lasciarsi inghiottire, per evitare di essere inabissati dalle onde del mare come si narra sia accaduto a un’isola leggendaria che, guarda caso, si chiamava Atlantide.

Pena di morte in calo, l'analisi di Amnesty
Aumentata la superficie del deserto del Sahara

Tags: , , , , ,

Milena D'Aquila

Giovane, almeno per ora, riccia e con tante idee per la testa. Amo i gatti, specialmente il mio gattone nero Rocco, le castagne e la burratina di Andria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...