Portale di economia civile e Terzo Settore

Alla Scala di Milano debutta il Nabucco, è un trionfo

42

9 marzo 1842 – Debutta al Teatro alla Scala di Milano il “Nabucco” di Giuseppe Verdi che ottiene un successo immediato e clamoroso, recepito da subito come un autentico capolavoro.

Il titolo completo è Nabucodonosor II ma, considerata la lunghezza della parola sulla locandina, si opta per una divisione in due righe, ovvero “Nabucco” e, a capo, “Donosor”; la gente non presta attenzione alla seconda riga e a questo dobbiamo la diffusione del nome dell’opera oggi famosa come Nabucco.

Il capolavoro narra della lotta degli ebrei per sottrarsi alla schiavitù del tiranno babilonese Nabucodonosor. Gli spettatori non faticano a cogliere l’analogia con il loro presente che li vede soccombere al dominio austriaco e si riconoscono pienamente nella sorte toccata agli ebrei.

In effetti il coro del “Va’ pensiero” assume per gli spettatori un connotato fortemente risorgimentale e diviene presto un inno della lotta contro l’oppressione austriaca.

L'ONU riconosce l'obiezione di coscienza al servizio militare
Giornata internazionale delle donne
1 Comment
  1. Bestcustomessay says

    Suppongo che detto servizio alternativo sia legato alla frana in movimento in quel di Marano . Sempre molto parche e lacunose nelle informazioni le nostre Istituzioni . Che ci sia anche lì la Spending Review ? Per gli appassionati di trasporti ferroviari consiglio di andare in Internet e vedere in funzione i convogli spazzaneve nel nord Europa . Oggi ho visto quello in opera sulle ferrovie inglesi, tempo fa vidi quelli svedesi e tedesco-austriaci . La fanno facile questi paesi ! Da loro non nevica mai e durante l”inverno la temperatura non va mai sotto lo 0 ! Così mi sembra che ci raccontino a scusante delle paralisi ferroviarie italiane, linea Porrettana compresa . Mi sembra quindi che il famoso pellet austriaco prodotto con legno di abete sia un imbroglio, in realtà è prodotto con legna di palma da datteri, sempre austriache, ovviamente . best custom essay

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...