Portale di economia civile e Terzo Settore

Remedia: nel 2017 aumenta la raccolta dei rifiuti RAEE

25

Remedia è il principale Sistema Collettivo italiano per la gestione ecosostenibile dei rifiuti elettrici ed elettronici di tutte le tipologie RAEE (Rifiuti di Apparecchiature elettriche ed elettroniche) e nello scorso anno ha ottenuto risultati straordinari.

Infatti nel 2017, secondo le stime, Remedia ha ottenuto il miglior risultato di sempre: 90.000 tonnellate di rifiuti elettronici gestiti, con un incremento del 34% rispetto all’anno precedente e di oltre il 400% rispetto all’anno 2008, anno in cui l’azienda ha effettuato il suo primo ritiro RAEE in assoluto in Italia, nell’isola ecologica di Tribogna in Liguria.

In 10 anni sono state gestite complessivamente quasi 500.000 tonnellate di RAEE procurando in questo modo un risparmio complessivo per il Paese di circa 140 milioni di euro, calcolati in termini di risparmio sulle importazioni di materie prime che sono invece state recuperate.

Analizzando in dettaglio i dati relativi alle categorie di RAEE domestici gestiti da Remedia nel 2017 si possono notare numeri in aumento anche elevato rispetto al 2016:

  • R1 (freddo e clima): circa 18.000 tonnellate raccolte con un incremento del 12%;
  • R2 (Grandi Bianchi): oltre 6.800 tonnellate con un aumento del 23%;
  • R3 (Tv e monitor): quasi 36.000 tonnellate con un più 32%;
  • R4 (elettronica di consumo, informatica e piccoli elettrodomestici): oltre 12.000 tonnellate raccolte che registrano un aumento di oltre il 30%;
  • R5 (sorgenti luminose): circa 67 tonnellate con un aumento del 29%.

Oltre a quelli domestici si aggiungono i RAEE professionali, prodotti da aziende ed enti pubblici, pari a 6.900 tonnellate e, infine, ben 9.900 tonnellate di pile e accumulatori portatili, industriali e per veicoli (+186% rispetto all’anno precedente).

Non per niente Walter Rebosio, presidente del consorzio Remedia ha commentato: «Nel 2008 siamo stati il consorzio che ha tenuto a battesimo il sistema RAEE, effettuando il primo servizio di ritiro di rifiuti elettronici in Italia e oggi, a 10 anni di distanza, siamo orgogliosi di aver raggiunto 500.000 tonnellate gestite e di chiudere il 2017 con un nuovo record annuale. Un risultato che testimonia la nostra determinazione nel guidare il sistema verso obiettivi di innovazione, qualità ed efficienza».

Gli fa eco Danilo Bonato, direttore generale di Remedia: «La nostra missione è di assistere le aziende nell’affrontare al meglio le sfide future, come l’entrata in vigore dell’ambito di applicazione “aperto” della direttiva RAEE, con il quale saranno considerati RAEE, oltre agli attuali prodotti tecnologici a fine vita, anche numerose altre apparecchiature che oggi non sono considerate tali».

 

Prevista forte scarsità di acqua nel Pianeta per il 2030
Povertà educativa: l'Italia sotto gli standard UE

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...