Portale di economia civile e Terzo Settore

Migliorare la qualità della vita: riparte il bando Roche per la ricerca

23

Scadenza: 30 giugno 2018.

Riparte il bando annuale “Roche per la Ricerca 2018” promosso da Fondazione Roche finalizzato al finanziamento di progetti di ricerca volti ad approcci farmacologici sempre più personalizzati nell’ambito della medicina di precisione.
«Il coraggio di fare ricerca fa parte della cultura della nostra azienda ed è alla base del nostro successo da oltre un secolo. Grazie a un impegno costante in questo campo, siamo stati capaci di mettere a disposizione di milioni di pazienti soluzioni innovative in grado di migliorare concretamente la prospettiva e la qualità della loro vita» afferma Maurizio de Cicco, presidente e amministratore delegato di Roche S.p.A. «Siamo convinti che i migliori risultati non si raggiungano da soli, ma sia indispensabile mettere a sistema le risorse e condividere le conoscenze. E’ per questo che, oltre agli sforzi portati avanti ogni giorno per sviluppare le nostre molecole, abbiamo deciso di sostenere da diversi anni la ricerca indipendente, convinti dell’enorme valore e della qualità scientifica dei giovani ricercatori italiani».
Il bando prevede che i progetti siano promossi da entità pubbliche o private operanti nel settore scientifico/sanitario  ispirati dal coraggio di intraprendere percorsi innovativi nella medicina di precisione.

SCHEDA
 OBIETTIVI Finanziamento di progetti di ricerca volti ad approcci farmacologici sempre più personalizzati nell’ambito della medicina di precisione per migliorare la qualità della vita delle persone.
 DESTINATARI Enti Pubblici o Privati aventi sede legale e operativa in Italia e senza scopo di lucro, oppure da IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) Pubblici e Privati, che rispondano ai requisiti stabiliti nel bando, nonché alla normativa vigente. Alla data di scadenza del bando il ricercatore principale responsabile del progetto (PI) deve avere un’età inferiore a 40 anni compiuti, senza limiti relativamente alla qualifica del PI né al rapporto di lavoro in essere con l’Ente.
Le persone fisiche sono escluse dalla partecipazione e per assicurare l’assenza di potenziali conflitti di interesse nella valutazione dei progetti non possono essere candidati progetti di ricerca sui medicinali e/o diagnostici Roche, né progetti di ricerca collaborativa tra Roche e partner esterni.
La Fondazione Roche finanzierà 12 progetti di ricerca. 
Si precisa che ciascun Ente assegnatario del contributo dovrà esserne l’effettivo beneficiario, ossia il soggetto a cui dovrà essere erogata la somma e che dovrà utilizzarla direttamente.
La partecipazione al presente Bando è gratuita.
 AREE TEMATICHE Alla luce del crescente interesse e dell’esigenza di sviluppare conoscenze scientifiche sempre più approfondite e aggiornate nei confronti di un approccio personalizzato della terapia, in particolare con i nuovi farmaci e grazie a nuove modalità di diagnosi e di monitoraggio clinico attraverso i marcatori biomolecolari (precision medicine), sono ammessi al Bando progetti di ricerca relativi alle seguenti aree:
● Area ONCOLOGIA
● Area EMATOLOGIA ONCOLOGICA
● Area MALATTIE RESPIRATORIE
● Area REUMATOLOGIA
● AREA NEUROSCIENZE
● COAGULOPATIE EREDITARIE
●RELAZIONE MEDICO-PAZIENTE: nuova area che prevede Valutazioni neurofisiologiche degli aspetti dell’interazione medico-paziente oltre alla Correlazione tra interazione medico-paziente e risultati terapeutici positivi.
 RISORSE Le risorse messe a disposizione sono pari ad un ammontare complessivo di € 600.000,00.
Nell’ambito di tali risorse, ciascuno dei 12 progetti selezionati verrà finanziato con un’erogazione liberale di importo fisso pari a € 50.000,00 (cinquantamila|00).
 PROCEDURE Per aderire al bando ogni Ente dovrà inviare la propria candidatura esclusivamente attraverso il sito www.rocheperlaricerca.it. Il progetto sottomesso per la valutazione dovrà essere corredato dalle milestones temporali e da una GANTT chart su format standard scaricabile dal sito su indicato. Inoltre ogni progetto dovrà essere sottomesso esclusivamente in una singola area. La candidatura, completa di tutte le informazioni richieste, dovrà essere inviata nel periodo 14 marzo (dalle 10:00 GMT+1) – 30 giugno 2018 (fino alle 23:59 GMT+1).
I progetti e tutti gli allegati devono essere redatti esclusivamente in lingua italiana.
I progetti saranno sottoposti a un processo di valutazione e selezione affidato alla Fondazione GIMBE secondo specifici criteri. A seguito di tale processo valutativo  otterranno il contributo:
• il primo progetto classificato in ciascuna delle 7 aree, solo se ha ottenuto uno score totale ≥30;
• ulteriori 5 progetti con il punteggio più elevato, indipendentemente dall’area di appartenenza.
Il contributo verrà erogato entro il 31 dicembre 2018, con modalità che verranno comunicate direttamente ai vincitori attraverso la casella di posta [email protected] e il progetto dovrà essere avviato entro 6 mesi dalla data di erogazione di tale contributo. Ulteriori procedure sono dettagliate dal bando.
INFO Richieste di chiarimenti dovranno essere inoltrate per e mail esclusivamente all’indirizzo [email protected].
Si precisa che la casella di posta elettronica sarà attiva a partire dal 14 marzo 2018.
Programma Montalcini 2017: banditi 24 posti da ricercatore a tempo determinato
"Finanza per il sociale". Parte la quarta edizione del premio

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...