Portale di economia civile e Terzo Settore

Migradvisor, un’app della Caritas per i migranti

7

Nel corso di una conferenza stampa la Caritas italiana ha presentato a Roma Migradvisor, un’applicazione per smartphone dedicata ai migranti.

Si tratta di un’app consultabile in inglese, francese, arabo e italiano ed è capace di indicare in pochi secondi, grazie alla geolocalizzazione, il servizio utile più vicino: una stazione di polizia, un ufficio postale, un consolato o un’ambasciata o anche un centro di ascolto della Caritas diocesana, comunicandone via e numero di telefono.

Nella conferenza stampa è stato sottolineato come possa essere importante il telefono cellulare per chi lascia il proprio Paese, poiché permette di tenersi in contatto con i propri familiari ma anche di potersi orientare durante il viaggio e riuscire infine a trovare amici nel luogo in cui il migrante giungerà e come, quindi, un’applicazione come Migradvisor possa essere utile.

Ha infatti evidenziato il responsabile immigrazione della Caritas Oliviero Forti come non sia un lusso uno smartphone per i migranti, anzi: «Diversi studi ci dicono come lo smartphone sia un compagno di vita per i migranti, come lo è, in maniera diversa, per noi. Per chi viaggia è un salvavita. Permette di rimanere in contatto con le loro famiglie e con le persone che già stanno nei Paesi di approdo. Partendo da questa consapevolezza abbiamo voluto offrire uno strumento per far sapere loro dove possono trovare servizi importanti di cui di solito si viene a conoscenza col passaparola. A noi interessano le persone e vogliamo aiutarle anche attraverso le moderne tecnologie».

Migradvisor, curata dalla Caritas, prevede tre sezioni: servizi, situazioni di rischio e numeri di emergenza.

Nella prima sono indicati i luoghi utili per qualsiasi necessità come uffici, consolati, ospedali e tanti altri.

Nella seconda i migranti vengono messi in guardia contro rischi come abusi, sfruttamento e irregolarità; addirittura una parte è dedicata ai minori e un’altra ancora alle vittime di violenza e minacce cui viene fornito il numero speciale antitratta  800 290 290 del Dipartimento delle Pari Opportunità,  attivo 24 ore su 24.

Infine nella terza sezione si trovano tutti i numeri per qualsiasi necessità, da quello per emergenze infantili a quello della Guardia costiera e anche il numero verde per i richiedenti asilo.

"Terminator": la pelle tecnologica capace di autorigenerarsi
Terzo settore: aumentano i servizi erogati dalla rete dei CSV

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...