Portale di economia civile e Terzo Settore

Sprechi alimentari: l’Italia all’avanguardia

13

Italia sprecona? Pare proprio di no: secondo il Food Sustainability Index, creato da Fondazione Barilla e The Economist Intelligence Unit, il nostro Paese si posiziona al quarto posto nella lotta agli sprechi alimentari.

Ciononostante ogni anno, in Italia, finiscono nella spazzatura 145kg di cibo: ancora troppi. C’è dunque da lavorare ma i passi avanti compiuti dal Paese sono apprezzabili e manifestano il successo di politiche volte a ridurre gli sprechi a livello industriale. Una buona soluzione per evitare che il cibo diventi rifiuto sarebbe semplificare le procedure, troppo spesso macchinose, per donare le eccedenze o i prodotti invenduti.

Nei punti vendita, in Italia, frutta e ortaggi sono i cibi più gettati: da soli, rappresentano uno spreco pari a più di 73 milioni di metri cubi d’acqua vale a dire 36,5 miliardi di bottiglie da 2 litri. Proprio per questo la filiera agro-alimentare si sta impegnando a evitare eccedenze e i risultati non si sono fatti attendere: nel giro di un anno, dal 2016 al 2017, si è passati dal 3,58% al 2,3% del cibo gettato.

Per quanto riguarda gli sprechi domestici, diminuiti già del 40% nel solo 2017, occorre che i consumatori adottino strategie mirate, come abituarsi a fare una spesa oculata e ragionata, controllare sempre la scadenza di quel che si acquista e tener presente che, con un po’ di fantasia, dagli scarti alimentari si posso reinventare proposte culinarie che non hanno nulla da invidiare alle “canoniche” pietanze.

Rimane un dato: secondo quanto rilevato dalla BCFN, attualmente in Europa il 42% di quel che si compra finisce nella spazzatura perché andato a male o scaduto prima ancora di essere consumato. Oggi, 5 febbraio, è la Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: occorre riflettere sulla questione tenendo bene a mente che, affinché le cose cambino, c’è bisogno di un cambiamento culturale che riguardi, in prima istanza, il proprio modo di fare.

Circa 12 mila pannelli solari per alimentare una scuola di Copenaghen
Wikie: l'orca che parla

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...