Portale di economia civile e Terzo Settore

Yemen: la peggiore crisi umanitaria al mondo

8

È emergenza in Yemen: lo Stato posto nell’estremità meridionale della Penisola araba vive da anni in stato di guerra. La situazione, ai limiti dell’immaginabile, ha reso necessario l’intervento dell’Onu che ha risposto proponendo un Piano umanitario da attuare entro l’anno.

Reduce da continui conflitti, la popolazione è allo stremo delle forze: è stato stimato che tre quarti degli abitanti, quasi 13 milioni di persone, ha urgente bisogno di assistenza. Gli aiuti salvavita che dovrebbero essere messi in campo ammontano a 2.96 miliardi di dollari ma, rivolgendosi alla comunità internazionale, il coordinatore umanitario delle Nazioni Unite in Yemen ha tenuto a precisare che tale intervento non sarà una soluzione ma un estremo tentativo, un’àncora, per scampare a una morte che, altrimenti, sarebbe certa.

Purtroppo sono i bambini a subire le conseguenze più pesanti di una simile condizione. L’Ocha, l’ufficio Onu per il coordinamento umanitario, riporta dati pesantissimi: sono quasi 2 milioni i minori che non vanno a scuola, e 1,8 milioni di piccoli sotto i 5 anni risultano gravemente malnutriti.

Speriamo che l’intervento dell’Onu arrivi immediato perché si tratta della peggiore crisi umanitaria al mondo e non è giusto che l’attenzione pubblica ignori questa barbarie solo perché lo Yemen è ai margini degli interessi economici occidentali: smettiamola, per una volta, di quantificare il valore delle vite e delle notizie sulla base dei parametri pecuniari.

Incentivi al Sud: una iniezione di speranza economica e sociale
WhatsApp Business: l'ultima novità di Mark Zuckerberg

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...