Portale di economia civile e Terzo Settore

La mafia uccide il giornalista Mario Francese

10

26 gennaio 1979 – A Palermo la mafia uccide Mario Francese, giornalista di cronaca nera del Giornale di Sicilia, attraverso cui ricostruisce i fatti più complessi legati ai giochi di potere della criminalità organizzata degli anni ’70.

Mario Francese è il primo a rendere pubblici i nomi dei boss corleonesi, proprio quando questi si apprestano a compiere la scalata che li porterà successivamente ad avere il controllo sulla città di Palermo. Per l’assassinio vengono condannati: Totò Riina, Leoluca Bagarella (l’esecutore materiale del delitto), Raffaele Ganci, Francesco Madonia, Michele Greco e Bernardo Provenzano.

La sentenza della Cassazione esprime il verdetto di colpevolezza ricordando come Mario Francese possedesse “una straordinaria capacità di operare collegamenti tra i fatti di cronaca più significativi, di interpretarli con coraggiosa intelligenza, e di tracciare così una ricostruzione di eccezionale chiarezza e credibilità delle linee evolutive di Cosa Nostra”. Infatti, l’uccisione del giornalista di cronaca nera segna di fatto l’inizio di quella che viene ricordata come “la stagione dei delitti eccellenti”.

Giornata della memoria delle vittime della Shoah
Viene registrata la canzone “We are the world"

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...