Cinema

Pubblicato il 23 gennaio 2018

A Milano adolescenti al cinema senza pagare

A Milano, dal primo gennaio e per tutto l’anno, i ragazzi tra i 16 e i 19 anni compiuti potranno entrare gratuitamente a tutti gli spettacoli proiettati presso Cinema Spazio Oberdan e MIC- Museo Interattivo del Cinema -.

Infatti, per il 2018, Fondazione Cineteca Italiana regala un anno di cinema ai ragazzi e la parola d’ordine è #ALCINEMASENZAPAGARE.

In effetti, la vera sfida che la Cineteca di Milano vuole affrontare è quella di far “conoscere” il cinema e non soltanto farlo “consumare”, un modo per proporre ai ragazzi un momento sociale costruttivo e per scoprire film di qualità che li portino a riflettere senza stereotipi sia sulla propria vita sia sulle proprie scelte.

Non solo: l’educazione all’immagine ricopre un ruolo sempre più importante dal momento che entra direttamente in gioco la costruzione dell’identità del giovane, del suo rapporto con gli altri e con la società in cui vive. Ed è partendo da questo che il progetto di Cineteca agevola l’avvicinamento alla visione per farne conoscere il linguaggio e le potenzialità espressive, rendendo l’analisi del film stesso molto affine alla lettura di un testo.

L’accesso alle sale cinematografiche è molto semplice: è sufficiente esibire un documento d’identità valido e i ragazzi potranno accedere liberamente sino a esaurimento dei posti.

Per ulteriori informazioni, cliccare qui.

Le sale cinematografiche sono:

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA Viale Fulvio Testi 121, 20162, Milano MM5

Bicocca CINEMA SPAZIO OBERDAN Piazza Oberdan angolo Viale Vittorio Veneto, 20124, Milano MM1 Porta Venezia

Buona visione a tutti!

 

Interreg REEF 2W: il progetto europeo per trasformare i rifiuti in risorsa
Legge svizzera impone il divieto di bollire viva l'aragosta

Tags: , , , , , , ,

Patrizia Abello

Sono nata a Milano da genitori piemontesi. Mi sento però a tutti gli effetti milanese perché amo profondamente la mia città. Ho svolto nel corso degli anni praticamente tutti i lavori inerenti ad aziende di commercio alimentare. Sono poi passata a interessarmi di economia e finanza ma le mie passioni rimangono quelle umanistiche, in particolare la Storia. Mi piace molto scrivere, attività che ho sempre svolto con molta passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...