leuropa-sceglie-la-sua-bandiera

Pubblicato il 3 gennaio 2018

L’Unione Europea sceglie la sua bandiera, la storia

3 gennaio 1986 – La Comunità Europea adotta la bandiera azzurra con le dodici stelle in cerchio, simbolo degli ideali di unità, solidarietà e armonia tra i popoli d’Europa. Con il trattato di Maastricht del 1992 la bandiera rappresenterà l’Unione Europea.

Le 12 stelle non alludono al numero degli Stati membri: viene scelto il numero 12 perché presso alcune culture e tradizioni esso rappresenta il simbolo della perfezione, della completezza e dell’unità. La bandiera resta pertanto invariata anche dopo l’adesione di altri Paesi.

L’inizio della storia della bandiera europea può essere collocata entro l’anno 1955, quando soltanto 6 Stati fanno parte della Comunità europea del Carbone e dell’Acciaio.

Il 25 ottobre 1955 l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa elegge all’unanimità l’attuale bandiera e invita le altre organizzazioni europee ad adottare questo simbolo allo scopo di difendere, con lo stesso stemma, i valori di solidarietà e unità dell’Europa democratica.
Il Parlamento recepisce l’invito del Consiglio d’Europa e ne propone l’uso per la Comunità Europea. Dal 1986 tutte le Istituzioni e gli organismi dell’Unione sono rappresentati da un emblema unico e la bandiera viene issata per la prima volta nel maggio dello stesso anno a Bruxelles.

Il nostro Paese ha disposto – con la Legge n. 22 del 5 febbraio 1998 e il suo regolamento DPR n° 121 del 7 aprile 2000 – che la bandiera italiana e quella europea devono essere esposte insieme all’esterno degli edifici pubblici, i seggi elettorali, le rappresentanze diplomatiche e consolari italiane all’estero.

Nasce Louis Braille, la sua invenzione cambierà la vita di migliaia di persone
Nasce Folke Bernadotte, conoscere le sue imprese è un dovere

Tags: , , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...