Portale di economia civile e Terzo Settore

Legge “salva borghi”: il rilancio di piccoli comuni italiani

13

L’Italia è un Paese fatto di tanti, tantissimi borghi ognuno con delle proprie specificità che lo rendono unico all’interno dell’ampio panorama paesaggistico-architettonico nazionale. Stando ai dati, i piccoli comuni, ovvero quelli con una popolazione residente inferiore alle 5 mila unità, rappresentano oltre il 70% del totale nazionale. Eppure col passare del tempo, complici diversi fattori economici e sociali, queste piccole realtà sono diventate sempre più marginali e sembrano, purtroppo, destinate a un inevitabile abbandono.

A contrastare questo trend negativo è arrivata la Legge salva borghi nata proprio per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, dei territori montani e di quelli rurali. Il provvedimento prevede anche misure finalizzate a favorire la riqualificazione e il recupero dei centri storici.

Cento milioni di euro è la cifra che verrà stanziata dal 2017 al 2023 per finanziare investimenti volti a tutelare l’ambiente e i beni culturali. A proposito di ambiente l’obiettivo è quello di mitigare il rischio idrogeologico senza dimenticare il problema terremoto: per gli eventi sismici c’è in programma la messa in sicurezza di strade e istituti scolastici. Si punterà, inoltre, alla promozione dello sviluppo economico, ambientale, sociale e culturale di tipo sostenibile. I piccoli comuni potranno contare anche su una rete di servizi essenziali per contrastare lo spopolamento demografico. Sotto il profilo turistico, poi, si punterà alla promozione di alberghi e strutture ricettive insediate nei territori interessati, si riqualificheranno gli immobili e i terreni abbandonati e anche le vecchie stazioni dismesse e le case cantoniere avranno nuova vita come presidi di protezione civile o altri enti tesi a promuovere prodotti tipici locali.

Previste misure che garantiscano la vendita dei quotidiani anche nei piccoli comuni e, sempre al fine di evitare l’isolamento, connessione veloce e ultraveloce, garantita dalla banda ultralarga, ad assicurare una navigazione ottimale. Un connubio di tecnologia e green economy per dare nuova linfa ai piccoli comuni italiani: è questa la Legge salva borghi. Speriamo funzioni.

 

Danisinni Circus: un circo sociale nel cuore di Palermo
Microplastiche: dalla Svezia arriva il filtro solare che le elimina

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...