Assemblea costituente spagnola

Pubblicato il 15 dicembre 2017

La Spagna dal franchismo alla democrazia

15 dicembre 1976 – La Spagna, dopo un referendum popolare che di fatto conferma la monarchia, dà vita in realtà, passando attraverso un percorso storicamente chiamato periodo di transizione, a tutte le misure che rendono il Paese l’ultimo Stato europeo a diventare democratico, ma in una maniera molto originale se confrontata con la storia democratica delle altre nazioni.

Infatti, la Spagna conquista la democrazia senza alcuna rivoluzione o guerra, senza nessuno spargimento di sangue. Un passaggio quasi fisiologico, da un sistema totalitario – il franchismo – a uno pluralista. Una conquista graduale, una crescita spontanea. La Costituzione nata dalla nuova democrazia è di fatto la prima che sostituisce un regime di destra senza forti scossoni.

Tale conquista ha una notevole importanza tenendo conto che il franchismo era nato da una guerra civile violentissima con una fortissima perdita in termini di vite umane. Dopo tante brutalità, lacerazioni e storture, è per la Spagna una vittoria storica aver conquistato la democrazia come un naturale bisogno.

 

Il Parlamento inglese approva la Carta dei Diritti
Nasce Lewis Hackett, il medico che dedicò la sua vita alla lotta contro la malaria

Tags: , , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...