Un rifugio per ogni zampa

Pubblicato il 24 novembre 2017

Un rifugio per ogni zampa. Maruggio: il paese che ama gli animali

A Maruggio (Taranto) quest’inverno fido non temerà il freddo. Perché? Perché il Comune pugliese ha deciso di dire addio ai canili – luoghi spesso tutt’altro che ospitali per i nostri amici a quattro zampe – e di adottare una soluzione alternativa che, siamo certi, i randagi del paesino avranno apprezzato: il progetto si chiama Un rifugio per ogni zampa e prevede l’istallazione di cucce di legno per i cani senza padrone.

L’idea, patrocinata dall’amministrazione comunale e dall’organizzazione animalista Zampettando, è stata portata avanti grazie al finanziamento di Tierfreunde Italien Ev, un’associazione tedesca che si occupa proprio del benessere dei cani senza padrone, che ha donato 3 mila euro in favore della lotta al randagismo. I soldi stanziati hanno permesso in parte l’istallazione, avvenuta qualche giorno fa, delle prime 22 “abitazioni canine” e, in parte, il finanziamento della campagna di sterilizzazione di cani e gatti. D’estate a Maruggio c’è anche stato il bau bar: il servizio di distribuzione di scodelle piene d’acqua nei quartieri del borgo tarantino.

Decine i volontari intervenuti in materia di emergenza canina: molti hanno persino seguito un corso al fine di ottenere una specifica qualifica d’intervento sul tema.

Complimenti dunque al Comune di Maruggio perché è tra i primi paesi pugliesi ad adottare provvedimenti concreti contro il randagismo e, cosa ancor più importante, l’ha fatto scegliendo soluzioni originali e a misura degli animali.

Leonardo Becchetti: "L'economia civile si fa con quattro mani"
Violenza di genere: digitate il 1522 per chiedere aiuto!

Tags: , , , , , , , ,

Milena D'Aquila

Giovane, almeno per ora, riccia e con tante idee per la testa. Amo i gatti, specialmente il mio gattone nero Rocco, le castagne e la burratina di Andria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...