Portale di economia civile e Terzo Settore

Occupazione giovanile e imprenditorialità sociale: nuovo bando UniCredit Foundation

30

Scadenza: 20 dicembre 2017.

Il tasso di disoccupazione giovanile (parliamo di una età compresa tra i 15 e i 24 anni) suscita grande preoccupazione e anche l’Istat, nella sua ultima indagine, riporta valori che a settembre sono pari al 35,7%, con un aumento di 0,6 punti percentuali su base mensile. Le cause sono molteplici e non semplici da indagare. Ma ridurre la componente strutturale di disoccupazione giovanile è possibile, adottando magari un piano di sistema articolato su più aree d’intervento, come ad esempio allineando l’offerta formativa alla domanda di lavoro, o magari rilanciando quella formazione tecnico-professionale che offre prospettive di lavoro migliori di quanto comunemente si creda. O ancora incentivando le scuole a raccogliere e pubblicare dati sullo stato occupazionale dei propri diplomati e laureati, e attivando un piano di comunicazione su larga scala per orientare le scelte degli studenti e delle famiglie sui percorsi di studio. Ancora più opportuno sarebbe coinvolgere imprese e datori di lavoro nella definizione delle competenze da creare laddove le imprese dovrebbero mettersi in gioco e collaborare con scuole e università per definire programmi utili a colmare i gap di competenze evidenziati, anche valorizzando meccanismi già esistenti.

In questo quadro UniCredit Foundation, che sostiene progetti significativi per impatto sociale e innovazione realizzati da organizzazioni non profit, lancia la nuova edizione del Bando UniCredit Carta E per sostenere la promozione di occupazione giovanile in Italia attraverso attività di imprenditorialità sociale. Come nella precedente edizione torna la collaborazione con l’incubatore Make a Cube3, che attiverà azioni di accompagnamento dei team selezionati per imparare a stare sul mercato e di Fondazione Italiana Accenture (www.fondazioneaccenture.it), attraverso la piattaforma IdeaTRE60, partner tecnico del Bando. Va sottolineato che il bando è alimentato con una parte dei fondi messi a disposizione da UniCredit grazie a UniCreditCard Flexia Classic Etica, la carta di credito che, senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, accantona il 2 per mille di ogni spesa effettuata per sostenere progetti di solidarietà.

SCHEDA
OBIETTIVO Sostenere le organizzazioni non profit nella promozione dell’occupazione giovanile in Italia attraverso attività di imprenditorialità sociale.
DESTINATARI Organizzazioni non profit già costituite alla data del presente Bando, tra cui: fondazioni, associazioni, cooperative sociali, imprese sociali, consorzi e reti d’impresa (questi ultimi a patto che siano costituiti a maggioranza da organizzazioni non profit) che dovranno presentare progetti efficaci, innovativi, replicabili e/o scalabili per migliorare il proprio profilo organizzativo e la capacità di rispondere a problemi che riguardano giovani e lavoro.
BENEFICIARI Giovani di età compresa tra i 16-29 anni.
IMPATTO ATTESO I progetti presentati dovranno avere:

  1. un impatto positivo diretto in termini di creazione di occupazione stabile, intesa per nuovi contratti a tempo indeterminato oppure a tempo determinato oppure a progetto e per l’ammissione di nuovi soci-lavoratori. E’ possibile anche stipulare contratti part-time.
    Oppure
  2. un impatto positivo indiretto, nel senso di sviluppare progetti e iniziative che consentano di creare i presupposti per ottenere risultati occupazionali diretti (vedi impatto positivo diretto) ossia pianificare azioni, infrastrutture e reti che possano rafforzare la capacità di una o più realtà di imprenditorialità sociale (es. progetti di assistenza e/o incubazione e/o accelerazione di impresa sociale, di formalizzazione/sviluppo di network di imprese sociali, di franchising sociale, ecc.).
    Si precisa che i progetti dovranno essere realizzati entro i 18 mesi successivi alla firma della Convenzione tra l’ente assegnatario e UniCredit Foundation.
ATTIVITA’ Il Bando sostiene i progetti attraverso attività di pre-incubazione, incubazione ed erogazione di contributi a fondo perduto (grant).
1. L’attività di pre-incubazione ha l’obiettivo di
a) aiutare i team a rendere più solidi i progetti presentati,
b) conoscere meglio motivazioni, intenzioni e altri elementi difficilmente valutabili con la sola lettura delle application inviate,
c) creare una comunità e attivare dinamiche di collaborazione tra pari.
L’attività è obbligatoria per i 20 finalisti e si realizzerà attraverso due workshop di 3 giorni ciascuno, in cui si alternano momenti di formazione collettiva e colloqui di approfondimento con ciascuna organizzazione. I workshop vertono su alcuni aspetti comuni, con declinazioni specifiche per ogni progetto e ai team verrà richiesto di presentare un dossier più completo oggetto di valutazione finale insieme agli altri elementi raccolti da docenti e tutor durante i workshop.
2. L’erogazione del contributo e l’attività di incubazione sono destinate a 10 progetti vincitori, selezionati tra i 20 finalisti.
Tra questi saranno individuati:
– 7 progetti a  “impatto sociale diretto”
 uno per ciascuna delle 7 Regioni di UniCredit in Italia: Sicilia, Calabria/Campania/Basilicata/Puglia, Lazio/Sardegna/Abruzzo/Molise, Toscana/Umbria/Marche/Emilia Romagna, Liguria/Piemonte/Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto/Trentino Alto Adige/Friuli Venezia Giulia. Per la territorialità farà fede il luogo di effettiva realizzazione del progetto.
 – 3 progetti a “impatto sociale indiretto”.
Su un ammontare complessivo di 425.000 euro, il grant a favore dei 10 progetti vincitori sarà  equamente distribuito.
I grant erogati potranno essere utilizzati per un periodo di massimo 18 mesi – a partire dalla data di convenzionamento – a copertura di spese correnti e/o investimenti effettivamente sostenuti per lo sviluppo del progetto.
3. L’attività di incubazione ha l’obiettivo di accompagnare i team nelle prime fasi di sviluppo del progetto e, allo stesso tempo, fornire una guida per un utilizzo efficace del grant. Questa attività si svolgerà in modalità one to one. L’attività verrà svolta attraverso: • 12 workshop mensili “virtuali”, o “in presenza” a Milano, della durata di 2-3 ore, per ciascuna organizzazione vincente; • 1 workshop fisico (Milano) con tutti i team entro la fine 2018. Complessivamente parliamo di 12 mesi circa a partire dalla firma della convenzione tra UniCredit Foundation e il soggetto vincitore.
PROCEDURE Il progetto dovrà essere presentato entro e non oltre le ore 12:00 del 20 dicembre 2017.
Il progetto e gli allegati dovranno essere caricati sulla piattaforma IdeaTRE60 (https://bandocartae.ideatre60.it/), scelta da UniCredit Foundation per la raccolta e la classificazione delle idee.
I 20 finalisti, che verranno selezionati entro il 28 febbraio 2018, accederanno alla fase di preincubazione, che si svolgerà nei mesi di marzo e aprile 2018. I 10 progetti vincitori saranno individuati nel mese di maggio 2018 in occasione dei pitch finali di presentazione svolti dai 20 finalisti.
INFO Per informazioni contattare [email protected].
Bando
Partecipa al bando
XIV Settimana di azione contro il Razzismo 2018: avviso pubblico dell'UNAR
Riforma del Terzo settore: sbloccati i finanziamenti per il no profit

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...