the verde

Pubblicato il 23 ottobre 2017

Il thè verde potrebbe fermare l’avanzamento dell’Alzheimer

Il thè verde è una bevanda dalle molteplici proprietà benefiche. Da sempre, infatti, è utilizzato per le sue proprietà principalmente antiossidanti, depurative, toniche, diuretiche e antifiammatorie. Ma una recente ricerca rivela che il thè verde potrebbe essere un ottimo alleato anche nella cura contro l’Alzheimer.

Una sostanza presente al suo interno, l’antiossidante chiamato epigallocatechina, potrebbe fermare l’avanzamento della malattia, impedendo la formazione delle placche di sostanza beta amiloide che si ritiene giochino un ruolo chiave nella genesi dell’Alzheimer.

Il risultato arriva da una ricerca di Giuseppe Malacini della McMaster University in Canada, apparsa sul Journal of the American Chemical Society. Partendo da alcuni studi passati che avevano collegato il consumo di tè verde a un minore rischio di Alzheimer, il ricercatore ha provato a studiare più da vicino l’epigallocatechina e, attraverso la risonanza magnetica nucleare, ha osservato che la sostanza è in grado di ricoprire i frammenti di beta-amiloide impedendo di attaccarsi l’uno all’altro per formare le placche tossiche per il cervello. Un buon punto di partenza, dunque, per cercare di collegare la bevanda alla malattia. Ora bisognerà valutare il modo di far arrivare l’epigallocatechina direttamente al cervello, come rivela Malacini, ma i risultati suggeriscono la possibilità che assumere estratti di tè verde aiutino nella prevenzione dell’Alzheimer.

Tra le altre proprietà del thè verde, ricordiamo che la stessa sostanza analizzata da Malacini svolge un’azione di prevenzione contro il tumore alla pelle, al colon, al pancreas, al seno, alla prostata e al fegato.

Ci sono poi gli effetti benefici sul diabete di tipo 2, attraverso il riequilibrio dei tassi di glucosio nel sangue, mentre la teanina (un amminoacido contenuto nel thè) riduce lo stress psicofisico, così come la teina svolge un’azione tonica e stimolante, aumentando la capacità di concentrazione.

L’utilizzo del thè verde è, inoltre, consigliato come drenante nelle cure dimagranti, grazie alla sua ottima azione diuretica e depurativa che favorisce l’eliminazione renale dell’acqua e la depurazione dell’organismo.

Pare inoltre che un consumo regolare di tè aiuti a contrastare l’invecchiamento cellulare e a prevenire la caduta dei capelli, attraverso l’inibizione di un enzima responsabile proprio della perdita dei capelli. Infine è stata riscontrata un’azione benefica per l’igiene orale. La ricchezza di fluoro e catechine infatti contribuiscono alla prevenzione delle carie.

A Sanpellegrino il premio per la sostenibilità
Il silenzio non fermerà il sogno degli atleti sordi di Varese

Tags: , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

1 risposta

  1. Non so se il the verde è efficace ma sono favorevole ai rimedi naturali. con mio padre che è molto anziano cerco di aiutarlo a tenere allenato il cervello con giochi per la mente tipo quello di questo link http://illuminati.cristalfarma.it/attenzione-visiva.html#

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...