Pubblicato il 11 ottobre 2017

Scatta una foto e partecipa alla “RiGenerazione” del Sud

Scadenza: 15 dicembre 2017.

Ditemi: a chi non piace scattare foto?

La fotografia oggi è diventata puro divertimento e la tecnologia negli ultimi anni ha semplificato tantissimo l’approccio a questa pratica (cellulari, tablet, ecc).

Ma non sottovalutiamo il valore della fotografia: per Thomas Demand “tutto ciò che conta quando scatta una foto è mostrare quali sono gli elementi che poi permettono a chi guarda di comprendere quale sia stata l’idea che lo ha portato a realizzare quell’immagine”. Mentre William Eggleston ritiene che “una foto serva a evocare la magia che lui può avvertire in un luogo”. O ancora, come afferma Ansel Adams,: “Una fotografia non si prende, la si fa”.

Quindi la sua importante funzione, ossia comunicare, rappresentare e denunciare la realtà: ben venga la fotografia di testimonianza, di documentazione civile, per raccontare una società che sta cambiando velocemente e profondamente. Il mondo del lavoro, le trasformazioni nel territorio e nella società, i nuovi orizzonti di desiderio e di vita. Raccontare il disagio, l’emarginazione, le contraddizioni della società, le strade, le persone, le trasformazioni del costume, della morale, della famiglia, il mondo giovanile. Usare la macchina fotografica serve a indagare, capire le sfaccettate realtà che ci circondano. Creare emozioni!

Per cui, partecipare a questo contest fotografico promosso da Fondazione CON IL SUD offre la possibilità a giovani e società civile di ‘emozionare’ fotografando il Sud che si “ri-genera”.
Non è altro che una iniziativa di comunicazione sociale con l’obiettivo di costruire un fotoreportage collettivo che possa offrire un’immagine di un Sud che si attiva per il cambiamento dal basso. E la “Ri-generazione” è quel processo di recupero e miglioramento del proprio territorio e della propria comunità, attraverso l’interazione tra generazioni diverse e la ricerca di soluzioni creative e innovative nei diversi ambiti: ambientale, culturale, sociale, imprenditoriale, urbano o rurale.

L’iniziativa è gratuita, quindi aperta a tutti. Per partecipare basta inviare entro e non oltre il 15 dicembre all’indirizzo rigenerazioneconilsud@gmail.com fotografie in formato digitale JPG (senza watermarks quali loghi, creditI o altro in sovrimpressione) in buona risoluzione grafica (300 dpi). In caso di email con allegati superiori ai 5mb si consiglia di utilizzare uno dei diversi servizi gratuiti disponibili online per l’invio di file di grandi dimensioni. Le e-mail devono essere accompagnate da nome e cognome dell’autore, località dello scatto, eventuale didascalia, liberatoria sottoscritta per l’utilizzo delle immagini e rispetto dei diritti d’autore e norme sulla privacy. Selezioni di foto potranno essere pubblicate sul sito internet della manifestazione e della Fondazione.

Si precisa che non ci sono vincoli sul numero di immagini inviate e sulla composizione fotografica.

Alle foto più interessanti sarà riservato uno spazio formato POSTER (60x75cm) all’interno di “Esperienze con il Sud”, periodico trimestrale della Fondazione. Inoltre, i partecipanti potranno condividere sui propri profili social (facebook, twitter, instragram) una foto tra quelle inviate al contest utilizzando l’hashtag #Rigenerazioneconilsud.

A conclusione del contest, la foto che avrà ricevuto più interazioni sui social sarà stampata in formato poster (60 x 75), diffusa gratuitamente a istituzioni, organizzazioni non profit, cittadini e utilizzata come copertina sulla pagina facebook della Fondazione CON IL SUD per un determinato periodo, dando ovviamente ampio spazio all’autore dello scatto.

Scarica la liberatoria

Il lavoro è vita. O almeno dovrebbe esserlo!
Amnesty su rimpatri forzati in Afghanistan: «Ue sconsiderata e cinica»

Tags: , , , , , , , , ,

Maria Pia Rana

Responsabile delle sezioni: Avvisi e Bandi e Offerta formativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...