Portale di economia civile e Terzo Settore

Facebook contro le fake news, in arrivo una funzione per contrastarle

10

Spesso su Facebook, e sui social network in generale, abbondano le cosiddette fake news, notizie false o provenienti da fonti non attendibili. A un’interessante novità in questo senso sta lavorando proprio il social creato da Mark Zuckerberg.

Nello specifico si tratta di una nuova funzione che permetterà di giudicare appunto quanto la fonte di un contenuto condiviso sia attendibile, attraverso un semplice pulsante – “i” – che se cliccato fornirà informazioni che rimanderanno a Wikipedia, Facebook stesso e altre fonti.

Un’innovazione interessante che consentirà agli utenti di valutare se aprire l’articolo oppure no. Andrew Anker, direttore della sezione News di Facebook, ha spiegato: «Negli Stati Uniti solo il 53% degli americani si fida delle fonti che usa, così vogliamo fare in modo che sia possibile sapere di più su chi ha scritto un articolo, direttamente nel vostro Facebook Newsfeed».

È possibile che la nuova funzione si chiamerà News Feed FYI (dove FYI è l’acronimo di For Your Information, per vostra informazione) attraverso cui potremo anche avere ulteriori dettagli su quanto stiamo visualizzando come ad esempio le aree in cui la notizia è stata maggiormente diffusa e, cosa forse ancora più importante, quali altre fonti abbiano trattato lo stesso argomento. Un quadro che dovrebbe facilitare l’utente a partire dalla selezione delle notizie da leggere.

Si tratta di una risposta che Facebook ha voluto dare dopo le tante polemiche e le pressioni giunte dal mondo delle associazioni dei giornalisti, delle organizzazioni della società civile, dei sindacati ma anche da parte delle istituzioni e dei partiti politici che hanno chiesto al famoso social network di trovare una soluzione al preoccupante dilagarsi delle fake news.

 

Ecosostenibilità: Easyjet a lavoro per portare nei cieli aerei elettrici
Arte Portatile: la psicoterapia scende in strada e tra la natura

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...