Portale di economia civile e Terzo Settore

Alla Mostra del Cinema di Venezia il premio dedicato al film più green

17

La Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia strizza l’occhio all’ambiente. Per il quinto anno consecutivo, il principale evento italiano dedicato al cinema ospiterà il Green Drop award, il premio dedicato al film più ecologista tra le pellicole in concorso nella selezione ufficiale.

Il Green Drop Award, patrocinato dalla Fima – Federazione Italiana Media Ambientali, è il premio che Green Cross Italia dedica all’ecologia e alla cooperazione fra i popoli e che da sei anni viene assegnato al film che maggiormente interpreta questi valori. La cerimonia di premiazione è in programma l’8 settembre.

Il premio verrà assegnato alla pellicola più green che sarà selezionata da una giuria composta da personalità del mondo dello spettacolo, della cultura, delle istituzioni, del volontariato e della scienza che si sono distinte per il loro impegno ecologista e per la pace fra i popoli. Tra gli altri, in giuria saranno presenti l’attrice Giuliana De Sio, Rodolfo Coccioni, geologo e paleontologo dell’Università di Urbino, e Roberto Genovesi giornalista, scrittore, sceneggiatore, direttore artistico di Cartoons on the Bay.

Da quest’anno, poi, ad accompagnare il Green Drop Award un Comitato d’onore tutto al femminile: Claudia Cardinale, Simona Izzo, Ottavia Piccolo, Paola Comin e Chiara Tonelli.

«L’edizione di quest’anno della Mostra è fortemente orientata alle tematiche ambientali», commenta Marco Gisotti, direttore del Green Drop Award. «Persino il film voluto dal direttore del Festival Barbera per aprire la rassegna, Downsizing di Alexander Payne, è completamente dedicato all’esaurimento delle risorse del Pianeta e alla crisi ecologica. E così molti altri titoli in concorso quest’anno».

Significato anche il trofeo che verrà assegnato nell’ambito del premio, appunto il Green Drop, soffiato dal maestro vetraio di Murano Simone Cenedese, che rappresenta una goccia d’acqua che contiene un campione di terra che ogni anno proviene da Paesi diversi. La terra dell’edizione 2017 sarà svelata nel corso della conferenza stampa di presentazione di martedì 5 settembre.

Il significato del trofeo di quest’anno, in particolare, è legato all’allerta per i cambiamenti climatici, tema quanto mai attuale. «Per Green Cross è fondamentale coniugare il rispetto delle persone con quello dell’ambiente», spiega Elio Pacilio, presidente di Green Cross Italia. «Tutte le nostre attività, da quelle che riguardano l’educazione nelle scuole italiane ai nostri progetti di cooperazione in Africa hanno questa matrice. Il Green Drop Award si conferma un momento molto importate di veicolo e di visibilità non solo per spiegare al grande pubblico l’importanza di questi temi ma anche per chiedere a ognuno di fare la sua parte. Ognuno è una goccia e tante gocce posso diventare l’onda del cambiamento».

Il premio sarà accompagnato da una serie di eventi. Lunedì 4 settembre al Lido Venezia, dalle 11.30 alle 13, presso l’Hotel Excelsior – sala Cinecittà, si svolgerà la Tavola rotonda dal titolo ‘Il cinema protegge il clima’ sulle produzioni sostenibili. Martedì 5 settembre dalle 10 alle 11.45 negli spazi della Fondazione Ente dello Spettacolo, presso l’Hotel Excelsior, conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2017 del Green Drop Award. Venerdì 8 settembre dalle 10 alle 11.45 negli spazi della Fondazione Ente dello Spettacolo, presso l’Hotel Excelsior, infine, si terrà la cerimonia di premiazione del Green Drop Award 2017.

Kanèsis: la startup che crea bioplastica da canapa e scarti vegetali
La foresta di Trump: dove l'ignoranza fa crescere gli alberi

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...