Portale di economia civile e Terzo Settore

Cresce l’e-commerce in Italia anche nel settore alimentare

17

Secondo i dati emersi dal rapporto presentato ieri dall’osservatorio eCommerce B2c, promosso dalla School of Management e da Netcomm, e presentato nel corso di un convegno al Politecnico di Milano, nel 2017 il mercato online del settore alimentare ha segnato un aumento del 37% rispetto all’anno scorso e vale complessivamente 200 milioni di euro.

È la ristorazione la regina della classifica: non a caso, l’87% del giro di affari viene dall’alimentare con ben 708 milioni di euro acquisiti. Confrontando questi numeri con quelli degli altri Paesi, l’Italia è indietro, perché nel nostro Paese l’incidenza degli acquisti su internet è pari allo 0,5% del totale ma comunque in crescita.

Nelle altre nazioni, dove l’e-commerce è una prassi diffusa già da decenni, le percentuali sono decisamente più alte: in Gran Bretagna esso incide fino all’8%, in Francia per il 6%, in Germania e negli Stati Uniti d’America siamo al 2%.

Però, secondo gli esperti, l’Italia crescerà in fretta da questo punto di vista e commenta infatti Marco Porcaro, fondatore nel 2012 di Cortilia, piattaforma online dedicata all’acquisto di prodotti agroalimentari: «L’e-commerce nel settore food è in rapida crescita. Gli italiani si stanno abituando all’idea di effettuare sul web anche acquisti alimentari, al pari di altri beni di consumo come viaggi, abbigliamento e complementi d’arredo, in cui l’online ha una penetrazione media del 4%».

Al via la riforma del Terzo settore: ecco quanto previsto
Estate Paideia: quando la disabilità può andare in vacanza!

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...