Portale di economia civile e Terzo Settore

Amazon Pantry: scopriamo come funziona

30

Amazon, il colosso mondiale dell’e-commerce, non si ferma e ha recentemente proposto ai suoi clienti una nuova innovazione che consiste in due nuovi servizi per acquistare prodotti di normale uso quotidiano, inserendo anche la categoria degli alimentari.

Stiamo parlando di Iscriviti e Risparmia e Amazon Pantry. Ma cerchiamo di capire nel dettaglio come funzionano le due novità introdotte. Il primo è a cadenza mensile automatica accompagnatao da uno sconto fino al 10% sul listino prezzi di Amazon con una consegna che potrà essere standard o gratuita a seconda delle scelte dell’utente. Iscrivendosi, il motore di ricerca interno del sito aiuta il cliente suggerendo in automatico i prodotti che potrebbero interessare in base alle ricerche e alle scelte effettuate in precedenza. Tutti possono iscriversi, senza dover sostenere alcun costo e godendo della facoltà di disattivare il servizio in qualsiasi momento.

La gamma di proposte disponibili varia dai prodotti per la cura e l’igiene della persona o della casa fino ai generi alimentari a lunga conservazione. Ciò significa, ad esempio, detergenti per i pavimenti di varie marche o dentifrici, creme, pannolini per bambini e via dicendo. Oppure, per quanto riguarda l’alimentare, bevande, pasta, biscotti, tonno, cibo per animali ecc.

Per chi è iscritto a Prime, il servizio che, ricordiamo, pagando 20 euro all’anno permette di abbattere quasi tutti i costi di consegna, potrà inoltre godere di Amazon Pantry. Molti di coloro che lo hanno già provato si dicono soddisfatti; il vantaggio del nuovo servizio sta nella possibilità di acquistare prodotti a un prezzo contenuto sia in formato famiglia, quindi in quantità di “scorta”, sia in numero minore. Direttamente recapitati a casa, anche in questo caso la merce sarà quella a lunga conservazione, della stessa tipologia che abbiamo sopra indicato. Buona la varietà di sconti anche per chi opta per Amazon Pantry, dunque. Di volta in volta sarà possibile aggiungere al carrello tutto l’occorrente.

Non esistono limiti di quantità, saremo liberi di acquistare una oppure dieci confezioni di quel determinato cibo o prodotto per la casa. Il costo fisso di consegna è di 3,99 euro a scatola, che verrà consegnata direttamente a casa o all’indirizzo selezionato nell’arco di 2 o 3 giorni. Che abitiate in un piccolo paese, in una grande città, in una frazione, non fa differenza, il servizio di Amazon è stato studiato per raggiungere l’utente senza difficoltà.

Da poco Amazon ha aperto, per ora solo nella sua città natale e quindi Seattle (USA), due negozi dal carattere molto innovativo: la spesa si fa comunque online e poi si ritira nel parcheggio del punto vendita dove il cliente non entra e un commesso trasporta la spesa ordinata fino all’auto dell’acquirente. Si tratta di un servizio riservato ai clienti iscritti a Prime e l’obiettivo è quello di ridurre e ottimizzare i tempi della spesa. Quando il cliente entra nel parcheggio, un sensore leggerà la targa dell’auto e un commesso provvederà a recapitare le buste. Nessuna fila e nessuna cassa, i sensori hanno la capacità di riconoscere la targa dell’automobile e addebitare così agevolmente il costo della spessa sul conto dell’utente.

Il servizio, chiamato per ovvie ragioni “Amazon Go”, è in una sorta di fase di sperimentazione, ma ci sono tutti i presupposti perché si estenda presto in tutti gli Stati Uniti ed arrivi successivamente anche in Europa.

Bambini al mare: i consigli degli esperti contro l'annegamento
Comieco: le dieci regole per essere un turista green

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...