Portale di economia civile e Terzo Settore

Voler bene all’Italia, al via la nuova edizione all’insegna della bellezza e della solidarietà

13

Tutto pronto per la 14^ edizione di Voler Bene all’Italia, dal 2 al 4 giugno, la Festa Nazionale dei Piccoli Comuni, organizzata da Legambiente accompagnata da un buon comparto promotore. L’evento punta ogni anno alla valorizzazione del paesaggio, delle tradizione, della storia e della cultura dei nostri borghi, unici al mondo per bellezza e varietà.

I piccoli paesi possono aderire sia istituzionalmente ma anche, più semplicemente, lanciare un evento sul territorio dando vita a un programma che preveda percorsi organizzati alla scoperta delle bellezze custodite da centinaia di anni. Ottime sono le possibilità di far conoscere le peculiarità dei luoghi, le eccellenze, le particolarità, in modo da promuovere il turismo e rilanciare l’economia delle realtà più in difficoltà.

Voler bene all’Italia è un’iniziativa promossa da Legambiente che si avvale del patrocinio del ministero per i Beni culturali, dell’Ambiente, delle Politiche Agricole e del Dipartimento per gli Affari regionali della presidenza del Consiglio dei ministri. Un’iniziativa che combacia perfettamente con quanto ha fatto il Mibact, dichiarando il 2017 l’anno dei borghi, sottolineando la possibilità di narrare la bellezza dell’Italia e puntare su potenzialità forse trascurate per uno sviluppo sostenibile e innovativo.

Interessante anche il periodo scelto per l’evento, il ponte della Festa della Repubblica, all’insegna della valorizzazione, oltretutto, dell’importante ricorrenza nazionale. E allora saranno previsti itinerari nuovi tutti da scoprire, visite guidate presso i siti d’interesse e aperture, anche commerciali, per far conoscere nel miglior modo possibile il borgo scelto.

Rossella Muroni, presidente di Legambiente, ha così spiegato l’intento della 14^ edizione di Voler bene all’Italia: «Vogliamo testimoniare il valore dei territori invitando le comunità a organizzare iniziative e attività per far conoscere le bellezze dei territori e proponendo programmi che preferibilmente sviluppino piccoli itinerari alla scoperta di un monumento di interesse artistico, di un prodotto tipico, di un antico mestiere, una riserva: una cosa unica da poter annoverare a simbolo di bellezza e identità».

Molti sono i paesi lungo lo Stivale proposti per “voler bene all’Italia”, per scegliere la propria meta oppure il luogo più vicino alla propria residenza, basta cliccare qui e consultare l’elenco completo. Un’attenzione particolare sarà dedicata all’iniziativa che fa parte di questa nuova edizione “Appenino Porte Aperte”, nata per rilanciare il turismo nelle zone colpite dal terremoto e al contempo dare impulso alle economie locali.

Spazio anche per la solidarietà. L’ AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche), infatti, dedicherà ai comuni situati lungo la dorsale appenninica le “camminate solidali” che serviranno a contribuire alla raccolta fondi “La Rinascita ha il Cuore Giovane”. Si tratta di un progetto che vuole supportare i giovani imprenditori del Centro Italia, invitandoli a non abbandonare la propria terra ma piuttosto a investire sulle sue infinite ricchezze naturali, uno dei modi per voler bene all’Italia.

Auchan cambia marcia: ortofrutta italiana, sana, biologica
Prostituzione: il dramma che vivono le ragazze nel video di On the Road

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...