Portale di economia civile e Terzo Settore

Il Gusto della Memoria – Concorso 2017 “La famiglia in tutte le forme”

4

Scadenza: 30 luglio 2017

Dopo il grande successo ottenuto dai precedenti festival, lo staff de Il Gusto Della Memoria ripropone anche quest’anno il Concorso per la V^ Edizione del Festival di cinema vintage declinando la propria attenzione sul tema della “Famiglia” e in particolare quella del XX secolo.

Infatti, sottolinea la direzione artistica in una intervista: Il 2017 è l’anno della Famiglia. Tante sono le polemiche in Italia che ha suscitato la discussione sui matrimoni omosessuali, sulle adozioni, sulle famiglie monoparentali. Cosa hanno da dire i nuovi registi e autori? Come le raccontano? Ci interessa anche l’elaborazione di film che potrebbero essere dei nuovi home movies composti all’interno di home movies del XX secolo. Un dialogo tra immagini familiari. Ci sono veramente delle differenze nelle immagini di famiglie? O i nuclei familiari sono tutti un’eccezione? Ci aspettiamo di vedere, come nelle scorse edizioni, film che ci facciano riflettere”.

In quanto parte integrante della società, la famiglia nel tempo ha subito profondi cambiamenti sino ad arrivare, dalla classica forma patriarcale e poi nucleare, alle attuali forme sempre più lontane ideologicamente e strutturalmente dalla tradizione culturale, come naturale risultante di un ambiente sociale fortemente percorso da idee di rinnovamento, tipico di un periodo storico contraddistinto dalla pluralità culturale e dall’ormai incessante ingresso nel nostro mondo, a seguito di forti ondate migratorie, di persone appartenenti ad altre, molteplici culture.
Innanzitutto emerge come molte coppie, abbandonano la classica idea del “matrimonio” per decidere di convivere a tempo indeterminato per personali convinzioni; in questo caso, in termini giuridici, si parla di coppie di fatto alle quali, comunque, sono legalmente attribuiti determinati diritti, soprattutto a seguito della nascita di figli. E’ inoltre molto presente il fenomeno dei cosiddetti single, cioè di quelle persone che, per scelta o a seguito di svariate vicissitudini (allontanamento, separazione legale o morte del partner) vivono da sole, magari con uno o più figli. Viceversa, non mancano, anche se sono rare, situazioni familiari caratterizzate dalla presenza contemporanea di tre o più figure adulte che condividono un ménage e si occupano dell’educazione di figli alle quai si aggiungono poi quelle situazioni  in cui il rapporto si instaura fra due persone dello stesso sesso che decidono magari di adottare uno o più bambini.

Ora, è proprio questa realtà che tutti i registi, anche aspiranti, studenti di scuole di cinema, studenti di licei dovranno raccontare utilizzando immagini per riportare la storia della famiglia (anche inventata) da un punto di vista alternativo a quello ufficiale, anche attraverso materiali cinematografici presenti in nosarchives.com e nell’archivio dell’Istituto Luce.

Infatti per il contest (aperto a tutti), i partecipanti dovranno utilizzare almeno il 60% di immagini d’archivio: max 1 minuto dall’Archivio Luce, il resto da nosarchives.com. Tali immagini saranno scaricabili dopo l’avvenuta iscrizione e aver ricevuto un codice di accesso personale, su Archivio LUCE.

I partecipanti potranno orientarsi sulla creazione della tipologia di filmato che sceglieranno di realizzare prendendo in considerazione una delle tre categorie del contest: 

  1. Fiction – cortometraggi; durata max. 12 min;
  2. Documentari – opere di reportage o docufiction; durata max. 30 min;
  3. Advertising – film pubblicitari per prodotti attuali o vintage; durata max. 3 min.

Ricordiamo che il festival, che si terrà a Roma il 28, 29 e 30 settembre 2017, è stato fondato e diretto dalla montatrice e regista Cecilia Pagliarani (co-regista con Gianni Amelio di ‘Registro di classe’ e montatrice di ‘Felice chi è diverso‘, sempre di Gianni Amelio) e dall’artista Manuel Kleidman ed è organizzato dall’Associazione per la salvaguardia della memoria filmica amatoriale Come Eravamo, in collaborazione con l’archivio di cinema amatoriale nosarchives.com. Si allega breve intervista della regista sul progetto “Il gusto della memoria”.

Per iscriversi al concorso sarà necessario sottoscrivere la tessera dell’associazione “Come eravamo”, al costo di 5 euro da effettuare tramite PayPal ad ASSOCIAZIONE COME ERAVAMO – Reference: Festival IL GUSTO DELLA MEMORIA (cliccare sul banner Paypal in alto a destraoppure tramite un bonifico all’Associazione COME ERAVAMO – Iban: IT 84 A 01030 38940 000000 403340. Successivamente si dovrà inviare l’avvenuto pagamento all’indirizzo [email protected] per ricevere l’ID utile a scaricare i filmati dal sito nosarchives.com.

IMPORTANTE: la scadenza per l’iscrizione è fissata per il 30 luglio 2017, mentre la consegna dei materiali (1 dvd in busta chiusa con disclaimer firmato e un invio WeTransfer) deve avvenire entro e non oltre il 30 agosto 2017.

Per informazioni sul concorso 2017 inviare una mail all’indirizzo [email protected].

Selezione di 1.298 volontari di servizio civile nazionale da impiegare nelle aree terremotate del Centro Italia
"Imprenditoria sociale e crescita inclusiva" - Nuova call per i Paesi della sponda sud del Mediterraneo

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...