Portale di economia civile e Terzo Settore

“Imprenditoria sociale e crescita inclusiva” – Nuova call per i Paesi della sponda sud del Mediterraneo

20

Scadenza: 24 maggio 2017

Sviluppo socio-economico e Cooperazione regionale nel Mediterraneo meridionale sono i temi trattati a settembre 2016 dalla Commissione europea annunciando un nuovo pacchetto di assistenza di oltre 129 milioni di euro nel quadro di ENI (European Neighbourhood Instrument) strumento per l’attuazione della politica europea di vicinato che comprende 4 programmi di cooperazione regionale a sostegno della creazione di occupazione, sviluppo economico, inclusione sociale ed empowerment dei giovani nei Paesi della sponda sud del Mediterraneo (Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, territori palestinesi e alcuni programmi di cooperazione bilaterale con l’Egitto – 50 milioni- e con la Palestina  – 38,6 milioni).
La call in questione promuove non solo la creazione di posti di lavoro ma anche l’inclusione economica e il sostegno alle imprese sociali, che stanno diventando elementi sempre più indispensabili per la crescita inclusiva per i giovani e le donne e svolgono un ruolo chiave nell’affrontare le sfide economiche e ambientali attuali, lo sviluppo economico locale e la diversificazione economica dei Paesi partner del Mediterraneo. Proponiamo ora la scheda illustrativa della call sottolineando che sarà assolutamente necessario seguire le Linee Guida per ulteriori chiarimenti in merito.

SCHEDA
OBIETTIVI Promuovere la creazione di posti di lavoro e l’inclusione economica, sostenendo e rafforzando l’economia sociale, l’imprenditoria sociale e i relativi stakeholder nei Paesi del sud del Mediterraneo. In particolare gli obiettivi specifici dell’invito a presentare proposte sono:
 – macro level: contribuire a un ambiente politico favorevole per le organizzazioni e le imprese dell’economia sociale;
 – meso level: migliorare le capacità  delle strutture di supporto all’imprenditoria sociale con maggiori legami nella regione destinataria e con l’UE;
 – micro level: dimostrare l’importanza dell’economia sociale come modello di impresa attraverso iniziative di imprenditoria sociale o imprese sociali.
BENEFICIARI ONG, operatori del settore pubblico, autorità locali con sede nell’UE, nei Paesi beneficiari o nei Paesi IPA o EFTA/SEE. Organizzazioni (intergovernative) internazionali.
AZIONI

Le proposte progettuali devono mirare alla creazione di occupazione e allo sviluppo di imprese sociali competitive con particolare focus sull’empowerment di donne e giovani. Gli applicant devono proporre una strategia di intervento e una metodologia adeguata ed efficace per l’attuazione degli obiettivi del bando.

Livello macro: le azioni devono coinvolgere stakeholder pubblici e privati nel dialogo sull’imprenditorialità sociale per creare un quadro politico favorevole, aumentando la consapevolezza dei decisori, sostenendo la formulazione e l’attuazione di politiche e iniziative e riformando il quadro normativo, stimolando in questo modo lo sviluppo dell’economia sociale e dell’imprenditorialità sociale nei paesi obiettivo.
Livello meso: le azioni devono essere tese a migliorare la qualità dei servizi forniti alle imprese sociali, creare una piattaforma di fornitori di servizi e strutture di supporto specializzate (ad es. organizzazioni di sostegno all’imprenditoria sociale, incubatori, spazi di co-presentazione, istituzioni finanziarie locali, associazioni di imprese, organizzazioni non governative, enti di formazione e mentoring, università e istituti di istruzione) e consentire lo scambio di buone pratiche e il networking tra gli stakeholder, in particolare con le organizzazioni dell’imprenditoria sociale UE.
Livello micro: le azioni devono essere tese a sostenere selezionate iniziative di imprenditoria sociale/imprese sociali promettenti con un elevato potenziale in termini di competitività, occupazione e innovazione sociale che fungano da esperienze dimostrative/pilota per un’ampia comunicazione e diffusione, da integrare in misure politiche future. Sarà data priorità ai progetti elaborati e/o implementati da  imprenditori sociali giovani e donne, sia nei centri urbani sia nelle zone rurali e nei territori meno sviluppati.
Si precisa che una azione è composta da un insieme di attività la cui durata non può essere inferiore né superiore a 48 mesi.

 SETTORI PRIORITARI 
E
ATTIVITA’ POSSIBILI
I settori prioritari sono:
– accesso a un’istruzione di qualità e a una sanità di qualità;
– gestione sostenibile delle acque e dei rifiuti
– energia sostenibile
– trasporti sostenibili
– agricoltura e produzione sostenibile degli alimenti
– TIC
– soluzioni ambientali sostenibili
– sviluppo locale sostenibile
– inclusione delle persone anziane e dei disabili
– cultura e comunicazione
Mentre le attività (elenco non esaustivo) sono:
– policy advice
– sostegno ai dialoghi politici pubblico-privati
– attività di networking
– servizi di consulenza
– attività di capacity building, addestramento, mentoring, formazione e workshop
– studi diagnostici, studi settoriali e raccomandazioni politiche
– organizzazione di conferenze
– strumenti di visibilità compresi i siti web, le newsletter e la divulgazione attraverso i social media.
RISORSE Il Budget complessivo della call è pari a 5.000.000 euro con un contributo comunitario che può coprire fino al 90% delle spese ammissibili per un contributo massimo di 5.000.000 euro e minimo di 4.800.000 euro. 
PROCEDURE

La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è il 24/05/2017 alle 12:00.

La proposta progettuale deve essere presentata dal proponente (applicant) in partenariato con almeno 4 co-proponenti dei quali due rappresentati da due diversi Stati beneficiari. Il partenariato deve coinvolgere organizzazioni con esperienze complementari nelle aree d’azione del programma. I progetti devono svolgersi in modo preponderante sul territorio dei Paesi beneficiari (in almeno 6 di essi, e possibilmente in TUTTI), essere scritti in inglese o francese e avere una durata prevista di 48 mesi.
Il bando è qualificato come “ristretto”: ciò significa che la presentazione delle proposte di progetto avverrà in due fasi:
1. la prima consiste nell’invio delle proposte di progetto attraverso la compilazione del concept note, un formulario meno dettagliato attraverso il quale presentare il progetto in modo sintetico; solo i progetti i cui concept note siano stati valutati positivamente saranno inseriti in una short list e i loro proponenti saranno invitati a presentare le proposte complete di progetto.
2. Le proposte complete dovranno essere CONFORMI A QUELLE PRESENTATE ATTRAVERSO IL CONCEPT NOTE (ovvero: gli elementi presentati nel concept note non possono essere modificati nella proposta completa).
Sia il proponente sia i partner devono essere registrati nel sistema PADOR: il proponente deve esserlo già al momento della presentazione del concept note, mentre i partner è sufficiente che lo siano al momento della presentazione della proposta completa del progetto.
La presentazione dei concept note deve essere fatta esclusivamente attraverso il sistema PROSPECT  https://webgate.ec.europa.eu/europeaid/prospect .
Prima di iniziare a usare PADOR e il sistema PROSPECT, si prega di leggere attentamente le guide per l’utente disponibili sul sito Web. Tutte le domande tecniche relative all’uso di questi sistemi deve essere indirizzata all’helpdesk
[email protected]  tramite il modulo di supporto online  di PROSPECT.

 INFO Enhancing Social Entrepreneurship and Inclusive Growth in the Southern Neighbourhood – Guidelines (file .pdf)

 

Il Gusto della Memoria - Concorso 2017 "La famiglia in tutte le forme"
Alternanza scuola-lavoro: ottavo avviso pubblico del Ministero dell'Istruzione

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...