Portale di economia civile e Terzo Settore

Le mine antiuomo sono ancora una minaccia, bisogna eradicarle

13

4 aprile 2017 – La Giornata mondiale per la promozione e l’assistenza all’azione contro le mine antiuomo ricorre il 4 aprile di ogni anno ed è stata indetta dall’Assemblea generale dell’Onu l’8 dicembre 2005.

Tale Giornata ha l’obiettivo di evidenziare la problematica rappresentata dalle mine antiuomo e, allo stesso tempo, vuole promuovere il lavoro di eradicazione delle mine stesse presso i territori dove sono ancora presenti. Ricordiamo che le mine inesplose possono uccidere, e nella maggioranza dei casi feriscono e mutilano migliaia di persone all’anno, soprattutto civili. Hanno la spiacevole caratteristica di funzionare anche a distanza di molti anni dalla fine di una guerra.

Non a caso, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha creato, nel 1997, l’Agenzia ONU per l’Azione contro le Mine (UNMAS), come punto di riferimento nella lotta contro le mine e gli ordigni bellici inesplosi per un mondo più sicuro in cui anche le vittime di tale contesto siano inserite pienamente all’interno della società.

Il Ministero della Difesa ci fa sapere come ogni anno anche in Italia vengano rinvenuti oltre 60.000 ordigni, principalmente della seconda guerra mondiale. Questi, nel 2013 hanno causato 13 feriti gravi, 11 nel 2014 e già 5 nei primi due mesi del 2015.

 

Viene presentata la prima bicicletta, è la draisina
Giornata mondiale del teatro

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...