Portale di economia civile e Terzo Settore

EACEA – Call for Proposals – Social Inclusion through Education Training and Youth

20

Scadenza: 22 maggio 2017

EACEA – Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura ha lanciato, nell’ambito della Key action 3 di Erasmus+, Policy reforms, la call “Social Inclusion through Education, Training and Youth”, finalizzata a supportare progetti per il miglioramento e la disseminazione di pratiche innovative inerenti gli obiettivi della Dichiarazione di Parigi.
Nello specifico, la promozione dell’inclusione sociale attraverso l’istruzione e la formazione dovrebbe diventare una prassi con cui consentire a tutti, nessuno escluso, di costruire il proprio progetto di vita indipendente all’interno di una società che faccia della solidarietà e del rispetto delle differenze il proprio obiettivo. Ma inclusione sociale vuole dire anche attenzione ai giovani che da tempo sono uno dei pilastri delle attività dell’Unione europea in quanto i più colpiti dalla crisi economica e dalle sue conseguenze, attualmente in uno stato sempre più precario e di disoccupazione a lungo termine, e in situazioni di discriminazione, esclusione sociale e povertà o addirittura a rischio di emarginazione socio-economica.
Ora, prima di rappresentare il bando,  ci preme sottolineare che i progetti di cooperazione transnazionale dovranno essere relativi a uno dei due seguenti lotti :
Lotto 1: Istruzione e formazione
Lotto 2: Gioventù

e dovranno perseguire solo uno dei due obiettivi generali e uno degli obiettivi specifici (diversi a seconda del lotto) indicati di seguito:

SCHEDA
OBIETTIVI GENERALI –  Favorire la divulgazione e/o l’incremento di buone prassi sull’apprendimento inclusivo avviate in particolare a livello locale.
Per incremento si intende la replicazione di buone prassi su più ampia scala, il loro trasferimento in un contesto diverso o la loro attuazione a un livello più elevato/sistemico;
– Favorire lo sviluppo e l’attuazione di metodi e pratiche innovativi per promuovere l’istruzione inclusiva e/o iniziative destinate ai giovani in specifici contesti.
OBIETTIVI SPECIFICI
Lotto 1
  1. Migliorare l’acquisizione di competenze sociali e civiche, promuovere la conoscenza, la comprensione e il riconoscimento dei valori fondamentali, incoraggiare il rispetto reciproco e il dialogo interculturale e contrastare tutte le forme di discriminazione;
  2. Promuovere l’istruzione e la formazione inclusive e incentivare l’istruzione degli studenti svantaggiati, anche attraverso il supporto a insegnanti, educatori e dirigenti scolastici nella gestione della diversità e promuovendo la varietà socio-economica nel contesto di apprendimento;
  3. Rafforzare il pensiero critico e l’alfabetizzazione mediatica tra i discenti, i genitori e il personale docente;
  4. Sostenere l’inclusione dei soggetti di recente immigrazione nelle strutture scolastiche di buona qualità, anche attraverso una valutazione delle conoscenze e il riconoscimento delle competenze acquisite.

I progetti dovrebbero contribuire ad aprire la strada a una futura alleanza di scuole per l’inclusione creando/sviluppando comunità di apprendimento tra soggetti diversi (istituti di istruzione ed erogatori di istruzione e formazione, autorità pubbliche, stakeholder e organizzazioni della società civile, imprese, ecc.) attivi nel settore dell’apprendimento inclusivo.

OBIETTIVI SPECIFICI
Lotto 2
  1. Promuovere la partecipazione civica dei giovani sviluppando il ruolo del volontariato per l’inclusione sociale;
  2. Prevenire la radicalizzazione, che può sfociare in episodi di estremismo violento nei giovani, rivolgendosi ai soggetti a rischio di emarginazione o di esclusione sociale.
DESTINATARI Studenti, insegnanti, giovani, animatori giovanili, autorità locali, personale penitenziario, volontari, persone appartenenti a gruppi svantaggiati, stakeholder in settori diversi (IFP, Lavoro, Gioventù, Scuola, ecc.), decisori politici.
BENEFICIARI
Sono ammessi al finanziamento: Amministrazioni locali, Amministrazioni nazionali, Amministrazioni Regionali, Camere di Commercio, Centri/Enti di ricerca, Cooperative, Enti di Formazione, Imprese dell’economia sociale, Imprese sociali, ONG (Organizzazioni Non Governative), Organizzazioni di volontariato, Organizzazioni internazionali, Organizzazioni non profit, Parti Sociali, PMI (Piccole e Medie Imprese), Scuole, Università. Tutti i soggetti proponenti (beneficiari) devono essere attivi nei settori dell’istruzione, formazione e gioventù negli ambiti interessati dalla Dichiarazione di Parigi e stabiliti nei Paesi ammissibili indicati dal bando.
RISORSE L’ammontare complessivo del bando è pari a €10.000.000 distribuiti €8.000.000 per il Lotto 1 e  €2.000.000 per il Lotto 2. Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto per un massimo di 500.000 euro.
PROCEDURE

Il requisito minimo di composizione di un partenariato è di 4 organizzazioni che rappresentino 4 diversi paesi del programma. Se nel progetto sono coinvolte reti, il partenariato deve essere costituito almeno da 2 organizzazioni che non sono membri di una rete e il partenariato dovrebbe rappresentare nel complesso almeno 4 paesi ammissibili.
I progetti devono avere una durata di 24 o 36 mesi con inizio tra il 1 e il 31 dicembre 2017 o il 15 gennaio 2018.
Per la presentazione delle candidature, da inviare entro e non oltre il 22 maggio ore 12:00 (ora dell’Europa centrale) è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti al fine di ottenere un Participant Identification Code (PIC). La registrazione e il PIC sono richiesti per tutti i soggetti coinvolti nel progetto (capofila e partner).
Il PIC sarà richiesto per generare l’eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura on line. Nessun invio cartaceo è richiesto. Se per precedenti candidature l’Istituzione è già in possesso di un codice PIC non è necessario ripetere la procedura. Il PIC resta valido per ogni altra nuova candidatura Erasmus+.
Si invitano vivamente i proponenti (beneficiari) a leggere con attenzione tutte le informazioni inerenti all’invito a presentare proposte EACEA/07/2017 e alla procedura di presentazione e ad utilizzare i documenti che fanno parte del fascicolo della domanda all’indirizzo: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding_en
Il formulario è disponibile solo in inglese ma può essere compilato in una delle lingue ufficiali dei Paesi ammissibili al Programma Erasmus+. Rimane obbligatorio l’uso di una lingua veicolare (inglese, francese, tedesco) nella sezione “Project Summary” del formulario.

INFO

Per informazioni:
GUCE elettronica: LINK al testo del presente bando

Tutte le informazioni relative all’invito a presentare proposte EACEA/07/2017 sono disponibili sul seguente sito Internet: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding_en –  Recapito e-mail: [email protected].

"Nice to meet you G7!" - Call sulla sostenibilità economica, ambientale e sociale
Fondazione AriSla - Bando 2017 per la ricerca sulla SLA

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...