Schengen

Pubblicato il 26 marzo 2017

Entra in vigore il trattato di Schengen, oggi più che mai è doveroso ricordarlo

26 marzo 1995 – Entra in vigore il trattato di Schengen che regola l’apertura delle frontiere tra i Paesi firmatari. In un’Europa al momento divisa tra politiche di accoglienza e nazionalismi che alzano barriere e fili spinati è doveroso ricordare cosa prevedesse tale trattato quando fu stipulato.

La Convenzione si compone di 142 articoli, che riguardano sostanzialmente i seguenti settori: il termine dei controlli alle frontiere e la circolazione delle persone, la cooperazione tra polizie e cooperazione giudiziaria in materia penale e di estradizione, la creazione di un sistema di scambio di informazioni – SIS (Sistema informativo Schengen) e la protezione dei dati personali, il trasporto e la circolazione di merci.

Inoltre gli Stati aderenti al trattato di Schengen si impegnano, con la Convenzione applicativa, ad adottare una serie di “misure di accompagnamento”, necessarie per giungere a conciliare libertà e mantenimento della sicurezza dei cittadini. Per ragioni del tutto straordinarie come manifestazioni, eventi sportivi, o questioni di sicurezza, i Paesi firmatari possono chiedere al Parlamento europeo la sospensione degli accordi di Schengen per un massimo di 30 giorni, assicurando nel contempo controlli mirati per garantire la sicurezza.

Giornata mondiale del teatro
Viene istituito il MEC, "Mercato Europeo Comune"

Tags: , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...