Portale di economia civile e Terzo Settore

Truffe online: 10 consigli per non cadere nella rete

15

L’e-commerce rappresenta per tantissimi consumatori un ottimo strumento per acquistare i prodotti desiderati senza dover fare chilometri per trovarli nei negozi e spesso addirittura a prezzi più bassi. Se un tempo questo tipo di commercio era limitato a pochi beni, oggi su internet si può acquistare davvero qualsiasi cosa, dall’abbigliamento all’elettronica, dalla spesa quotidiana ai giocattoli per i nostri bambini.

La truffa però spesso è dietro l’angolo e in molti sono ancora oggi in attesa dell’acquisto che non è mai arrivato a destinazione o, peggio ancora, era decisamente diverso da quello desiderato. Una truffa, insomma, ai danni di chi pensava di comprare un bene, magari di marca, e si è ritrovato davanti un oggetto contraffatto e di valore praticamente nullo, se non addirittura pericoloso per la salute (basti pensare ai cosmetici).

In occasione della Giornata mondiale del consumatore, in programma ogni 15 marzo, la Rete dei Centri europei per i consumatori “ECC-Net” ha lanciato un Report,The impact of counterfeiting on online consumer rights in Europe” (L’impatto della contraffazione sui diritti dei consumatori che acquistano online in Europa), che fotografa proprio questa situazione. Ma non solo. La ECC-Net ha anche diffuso un opuscolo che, oltre a spiegare i rischi per chi compra online, contiene i 10 consigli utili per evitare di cadere nella trappola.

Vediamoli insieme.

Quali sono i rischi se si acquistano prodotti contraffatti?

L’ECC-Net riceve quotidianamente reclami di consumatori che, consapevolmente o non, hanno acquistato beni contraffatti. Perché? I consumatori che acquistano prodotti contraffatti possono essere esposti ad una serie di rischi: ·      La qualità dei prodotti contraffatti non è garantita e ciò può comportare rischi per la salute e la sicurezza; prodotti come i giocattoli, i farmaci e i cosmetici possono contenere elementi nocivi;

  • L’Agenzia delle Dogane può intercettare e distruggere i prodotti contraffatti. Di conseguenza, non si riceve il prodotto per cui è già stato effettuato il pagamento;
  • Il proprietario del marchio può imputare all’acquirente i costi sostenuti per la distruzione dei prodotti contraffatti;
  • A chi ci si può rivolgere se il prodotto contraffatto è difettoso? Chi vende prodotti contraffatti non è incline a rispettare le regole sulla garanzia legale.

I 10 consigli della rete ECC-Net su come si può evitare di acquistare prodotti contraffatti in internet

  1. Controlla l’identità del venditore;
  2. Verifica i commenti di altri consumatori;
  3. Controlla se il sito ha un marchio di fiducia;
  4. Valuta la struttura generale del sito;
  5. Controlla se i tuoi diritti sono riconosciuti;
  6. Verifica la foto del prodotto;
  7. Valuta il prezzo del prodotto;
  8. Verifica sul sito ufficiale del proprietario del marchio i rivenditori autorizzati e l’esistenza di una eventuale blacklist;
  9. Utilizza mezzi di pagamento sicuri;
  10. Presta attenzione ai prodotti rigenerati.

L’opuscolo “10 ECC-Net tips on how you can avoid buying fake products on the Internet” fornisce maggiori dettagli su ogni singolo consiglio così come è stato diffuso anche un video sui social network che sintetizza i 10 consigli affinché le informazioni siano più accessibili per i consumatori.

E se invece siamo già caduti nella trappola? La ECC-Net consiglia: Contatta il venditore per iscritto. Informalo che il prodotto ordinato è stato confiscato dall’Agenzia delle Dogane e che intendi ottenere il rimborso. Hai pagato con carta di credito? Contatta la tua banca e chiedi lo storno della transazione tramite la procedura di chargeback. Il proprietario del marchio ti chiede un risarcimento? Opponiti alla richiesta spiegando che hai acquistato in buona fede e per uso personale.

Economia circolare: l'Europarlamento approva il pacchetto
Agromafie 2017: il malaffare sulle nostre tavole

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...