Portale di economia civile e Terzo Settore

Dammi il cinque: come insegnare a mangiare la verdura ai bambini

31
I bambini adorano i supereroi tanto quanto odiano le verdure. Ma se a consigliare ai più piccoli di mangiare zucchine o cavolfiori fossero propri i tanto amati supereroi cosa succederebbe?
A tentare questa strada per promuovere la corretta alimentare tra i bambini sono pediatri e nutrizionisti uniti in una campagna di sensibilizzazione dal titolo “Dammi il cinque”. L’iniziativa, presentata ieri all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, scommette su cinque supereroi dotati di altrettanti poteri, perché proprio cinque sono le porzioni giornaliere consigliate di frutta e verdura, possibilmente di colori diversi.
 “Dammi il Cinque” prevede una guida per insegnanti e un libro di avventure per i bimbi che saranno distribuiti in 500 scuole italiane, ma anche cartoni animati a tema e incontri in 15 comuni italiani
«Un bimbo italiano su tre è in sovrappeso», afferma Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria (Sip), «e all’origine una dieta squilibrata e troppo ricca di grassi e una diffusa sedentarietà».
Tra i problemi all’origine della cattiva alimentazione dei più piccoli c’è proprio questa antipatia verso la frutta e la verdura che invece sono fondamentali per la loro crescita. Ciò che quindi i più piccoli impareranno dai loro supereroi è che consumare quotidianamente 5 porzioni di frutta e verdura di 5 colori diversi garantisce il giusto apporto di vitamine, minerali, antiossidanti e fibre.
L’idea è, infatti, proprio quella di suscitare il desiderio di immedesimarsi nei loro beniamini mangiando molta frutta e verdura per diventare come loro. Del resto è quanto anni fa accadeva agli attuali trentenni e quarantenni che riuscivano a vincere l’avversione per gli spinaci solo per riuscire ad avere i muscoli di Braccio di Ferro.
In questo caso, invece, i supereroi si nutrono del bianco di mela, pera e banana, ricche di potassio, per ottenere il superpotere della ‘forza eccezionale’; del verde di kiwi, lattuga e uva, ricchi di magnesio, ai quali è collegato il superpotere della ‘ultravista’; c’è poi il viola di lamponi more e mirtilli che fa guadagnare una ‘memoria enciclopedica’.
L’iniziativa, patrocinata dalla Sip, è realizzata con il contributo scientifico dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, il sostegno della Menarini e la collaborazione della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), dell’Associazione Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI).
Legambiente e gli studenti italiani chiedono scuole più sicure
L'inferno delle donne nel bordello di Kandapara

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...