Portale di economia civile e Terzo Settore

Giornata della natura, la salvezza del Pianeta è in mano ai giovani

597

Quella di oggi, 3 marzo, è una data importante in cui ricorre la Giornata della natura che ha per tema la battaglia contro i crimini commessi ai danni della biodiversità. Da diverso tempo le associazioni ambientaliste mettono in guardia sui pericoli che stanno minacciando il nostro Pianeta, dall’impoverimento della flora a quello della fauna, dai cambiamenti climatici al surriscaldamento globale.

Si tratta di questioni urgentissime, pena un futuro in cui il nostro mondo, per come lo conosciamo, è destinato a cambiare per sempre. Sono tantissime le specie di animali selvatici che probabilmente le prossime generazioni saranno costrette ad ammirare sui libri illustrati, come ad esempio i leoni, gli elefanti, le balene e persino le rane. La lista della fauna a rischio è sterminata. Uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Science Advances sostiene come l’attuale tasso di estinzione sia di circa 100 volte più alto del normale e giunge a una conclusione catastrofica: almeno i tre quarti delle specie animali potrebbero estinguersi nel giro di poche generazioni umane.

Le Nazioni Unite, nel 2013, provarono ad opporsi a questo dramma istituendo proprio nella data che ricorre oggi la Giornata mondiale della natura, in coincidenza con l’adozione della Convenzione sul commercio internazionale delle specie in via d’estinzione appartenenti alla fauna e alla flora selvatica (Cites), firmata a Washington il 3 marzo 1973.

Lo scopo, allora come oggi, era quello di sensibilizzare le coscienze contro veri e propri reati. Parliamo ad esempio del bracconaggio, del commercio illegale di animali e piante e in sostanza tutti quei comportamenti scellerati che alterano l’ecosistema. Si trattava, e si tratta ancora, di far comprendere come la salvaguardia della natura sia un discorso che deve necessariamente coinvolgere tutti perché è nel nostro stesso interesse tutelarla al fine di preservare la nostra salute e la nostra vita su questo Pianeta.

Proprio per questa ragione, il tema della Giornata della natura di oggi è “Ascoltate le giovani voci”, con il chiaro intento di coinvolgere chi forse è ancora in tempo per fare qualcosa e arginare un fenomeno dilagante. Per sensibilizzare le coscienze occorre che se ne parli, che la gente venga informata, che l’opinione pubblica non smetta mai di ricordare i rischi legati alla compromissione della biodiversità. I giovani sono la vera e propria speranza per la salvaguardia nella natura e sono le stesse Nazioni Unite a sottolinearlo là dove ricordano che quasi un quarto della popolazione mondiale ha un’età compresa tra i 10 e i 24 anni.

L'invito dell'Oms sui disturbi dell'udito: agire subito è meglio
Sì del Senato al ddl sui migranti minori non accompagnati

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...