Portale di economia civile e Terzo Settore

“La La Land” di Damien Chazelle

8
Era il film super favorito dell’edizione 2017 dei Premi Oscar, con ben 14 nomination, e ha mantenuto fede alle aspettative portando a casa 6 statuette, anche se con il colpo di scena della sbagliata premiazione come miglior film, titolo assegnato a Moonlight.
Parliamo di La La Land, il film vincitore del premio Oscar come migliore regia, assegnato a Damien Chazelle che entra nel guinness dei primati come regista più giovane con i suoi 32 anni; migliore attrice (Emma Stone); migliore fotografia; migliore sceneggiatura; migliore colonna sonora; migliore canzone originale.La La Land è un film che fa sorridere, rilassare, sognare, vivere una storia d’amore d’altri tempi. Un film che racconta le problematiche del lavoro e le disavventure d’amore, attraverso la musica, i colori, il ballo. I due protagonisti, Emma Stone e Ryan Gosling, sono talmente bravi da restituire al pubblico la semplicità e la bellezza del cinema del passato. Una coppia perfetta, sobria ma passionale al tempo stesso.

Guardando la pellicola, si ha la sensazione di vivere, in chiave post moderna, alcuni musical del passato quali West side story, Cantando sotto la pioggia, È nata una stella.

La storia mette in evidenza l’instabilità e la precarietà lavorativa da sconfiggere con il proprio talento, il desiderio di riuscita, di successo. Pone l’accento sul sentimento autentico della fedeltà, della bellezza interiore, della purezza artistica e sentimentale.

Infatti racconta un’intensa storia d’amore tra un’aspirante attrice e un musicista in cerca di fortuna. I due condividono aspirazioni professionali comuni, sono complici e si incoraggiano e sostengono reciprocamente. Ma quando iniziano ad arrivare i primi successi, i due si trovano a dovere effettuare scelte che mettono in discussione il loro rapporto.

I colori sono vivaci ma non saturi. La fotografia è piuttosto naturalistica e il colore è dato dal movimento dei corpi, dalla coreografia, dai costumi.  La costruzione narrativa, i costumi, i personaggi compongono una storia che riesce a essere poetica senza mai essere eccessivamente smielata.

Alcune scene rimangono impresse: la scena in cui i due protagonisti visitano il planetario e volano fra le stelle; quella in cui cantano e ballano su una panchina da cui si godono lo spettacolo di Los Angeles; la scena in cui lui, mentre suona il pianoforte, immagina un’altra vita attraverso un video.

Il film è sicuramente una sublime combinazione di musical, recitazione e immagini, cattura lo sguardo e l’anima dello spettatore. Il regista, Damien Chazelle, veicola un messaggio importante: chi ha un sogno lo può realizzare nonostante le difficoltà e i fallimenti.

Titolo originale: La La Land
Regista: Damien Chazelle

Durata: 126 minuti
Uscita in Italia: 26 gennaio 2017 

La Grande Guerra a teatro. “Era una notte che pioveva”
"I Giganti della montagna" di Luigi Pirandello

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...