Portale di economia civile e Terzo Settore

In aiuto delle vittime di incidenti stradali arriva il progetto Ania Cares

5

Aiutare tutte le persone che hanno subito un trauma in seguito a un incidente stradale a sentirsi meno sole oppure offrire un supporto ai familiari di coloro che hanno perso la vita in incidenti stradali. Questo è l’esemplare scopo del progetto Ania Cares grazie al quale è nato il Pronto Soccorso Psicologico.

Il progetto, finanziato e realizzato dalla Fondazione Ania che dal 2004 è attiva nel fronteggiare problema dell’incidentalità stradale, con il supporto della Facoltà di Medicina e Psicologia di Roma e dell’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus, interesserà quattro città italiane, Firenze, Milano, Roma e Campobasso.

Come ha spiegato il segretario generale della Fondazione Ania, Umberto Guidoni: «Siamo molto orgogliosi di essere arrivati al lancio di un progetto che rappresenta un’eccellenza a livello internazionale. L’obiettivo di tutto il settore assicurativo, attraverso Ania Cares, è quello di fornire un aiuto qualificato per reagire elaborando il trauma conseguente a un incidente stradale, inducendo una reazione psicologica positiva in una persona fortemente provata da danni fisici permanenti o dalla perdita di una persona cara».

Le vittime oppure i parenti delle vittime degli incidenti, potranno richiedere ai medici un supporto psicologico, che arriverà entro 24 ore. Basterà telefonare al numero verde 800893510 oppure fare espressamente richiesta a medici o alle forze dell’ordine per avere la possibilità di usufruire gratuitamente di un sostegno di uno psicologo in un ciclo di incontri volti a rielaborare il trauma. A disposizione degli utenti ci saranno circa 100 psicologi, formati dai più illustri esperti mondiali di psicologia del trauma.

Sclerosi multipla: la ricerca fa un passo avanti
Malattie rare: parte la campagna social #conlaricercasipuò

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...