Portale di economia civile e Terzo Settore

Calcio responsabile: B Solidale

7

Abituati a conoscere solo il grande calcio dei supercampioni, degli ingaggi miliardari, del glamour e del gossip, dei “folli” diritti televisivi, dei club quotati in borsa non ci aspetteremmo di trovare un profilo socialmente responsabile di quello che viene un po’ enfaticamente definito “il gioco più bello del mondo”.

Eppure esiste e ci lascia piacevolmente stupiti per la sua linearità e concretezza. Non ci riferiamo a qualche “comparsata” televisiva della star di turno per una buona causa e neppure del supporto a una raccolta fondi d’intesa con un grande sponsor. Ci riferiamo, piuttosto, a un lavoro continuo e sistematico che, non a caso, nasce nel mondo “cadetto”, più “umile” e vicino al territorio. Parliamo di B Solidale, “la Piattaforma di Responsabilità con la quale la Lega Nazionale Professionisti B si confronta con il Terzo settore”.

Inutile aggiungere altro. Vi proponiamo, di seguito, la presentazione dell’iniziativa disponibile sul sito e le schede relative a due progetti in corso: uno – Frequenza200  a fianco dell’Associazione WeWorld Onlus per contrastare il fenomeno della dispersione scolastica in 6 regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Campania, Lazio, Puglia e Sicilia); l’altro The Bridge Un Ponte per Lampedusa – di concerto con l’Amministrazione Comunale di Lampedusa, per realizzare uno stadio di calcio pubblico di ultima generazione con tribuna, spogliatoi e impianto di illuminazione.

B Solidale è la Piattaforma di Responsabilità Sociale con la quale la Lega Nazionale Professionisti B si confronta con il Terzo settore.

Fin dalla sua costituzione la Lega B ha dimostrato una particolare attenzione nei confronti della valenza sociale del calcio, inteso come strumento di sensibilizzazione e divulgazione di modelli e messaggi positivi.

Nel modello tradizionale, le iniziative e collaborazioni intraprese delle istituzioni calcistiche con il Terzo settore non sempre sono riuscite a essere efficaci e incisive. Tale presa d’atto ha ispirato la Lega a cercare di superare questo modello, seppur lodevole, di aderire a qualsivoglia proposta di collaborazione; decidendo di adottare un nuovo approccio basato su un impegno più strutturato, selezionando un numero ristretto di associazioni, partecipando e sostenendo le iniziative e monitorando i risultati.

Questi i presupposti che hanno portato alla nascita di “B Solidale – piattaforma per la responsabilità sociale”, strumento attraverso il quale la Lega B ha scelto di confrontarsi con il Terzo settore.

Il progetto si realizza attraverso la programmazione d’iniziative benefiche sia in campo, in occasione del campionato serie B, sia fuori dal campo dedicate esclusivamente ad alcune selezionate realtà del non-profit.

Selezione

All’inizio di ogni stagione sportiva B Solidale Onlus pubblica un bando attraverso il quale le ONLUS (Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale) possono candidarsi per entrare a far parte del progetto.

La partecipazione alla selezione è aperta ai soggetti che propongono alla Lega iniziative nell’ambito delle seguenti categorie:

  • l’Infanzia;
  • la Terza Età;
  • la Diversa Abilità;
  • la Ricerca Scientifica;
  • il Disagio Sociale.

Il Consiglio di Lega, su proposta del Comitato Etico, seleziona una Onlus per ognuna delle categorie individuate.

Calendario

Ognuna delle 5 Onlus dispone di 7 giornate di campionato durante le quali poter svolgere attività di sensibilizzazione e raccolta fondi.

Strumenti di comunicazione e di raccolta fondi

Stadio

  • Maglie pre-gara indossate da capitani e giudici di gara;
  • Maxischermi all’interno degli stadi;
  • Messaggi audio nel pre-partita e nell’intervallo;
  • Aree stand per la distribuzione di materiale promozionale;
  • Riviste ufficiali dei Club.

Media

  • Trasmissioni televisive dedicate alla Serie B;
  • Spazi pubblicitari televisivi;
  • Giornali sportivi nazionali e locali;
  • Radio;
  • New media.

Web

  • Sito web bsolidale.progettidemo.com;
  • Pagina Facebook dedicata;
  • Spazi web dedicati nel sito ufficiale e sui social network della Lega;
  • Spazi web dedicati nei siti ufficiali e sui social network dei Club.

DUE CAMPAGNE SOSTENUTE DA B Solidale

B SOLIDALE PER L’INFANZIA SOSTIENE WEWORLD ONLUS

Dal 10 dicembre al 4 febbraio, dalla 18’ alla 24’ giornata della Serie B ConTe.it 2016- 2017, B Solidale scende in campo al fianco dell’Associazione WeWorld Onlus, selezionata dal bando nella categoria “Infanzia”.

WeWorld è un’organizzazione italiana di cooperazione allo sviluppo presente in Italia, Asia, Africa e America Latina a supporto dell’infanzia, delle donne e delle comunità locali nella lotta alla povertà e alle disuguaglianze per uno sviluppo sostenibile. I bambini e le donne sono i protagonisti dei progetti e delle campagne di WeWorld in cinque aree di intervento strategico: istruzionesaluteparità di genere e diritti delle donneprotezione e partecipazione.

Grazie alle donazioni di 40 mila sostenitori, sono oltre 800 mila i beneficiari diretti e indiretti dei progetti di WeWorld nel Mondo. WeWorld lavora inoltre in rete con le altre organizzazioni per portare la voce dei più deboli all’interno dell’agenda politica italiana e internazionale ed è presente nelle principali reti in difesa dei diritti dei bambini e delle donne.

Dal 2012 WeWorld ha dato vita al ‘Programma Italia’, una proposta strutturata in cui si inserisce il progetto per contrastare il fenomeno della dispersione scolasticaFrequenza200. L’intervento si sviluppa in 6 regioni italiane: Lombardia, Piemonte, Campania, Lazio, Puglia e Sicilia, coinvolgendo 5000 ragazzi, oltre 2650 famiglie, 850 insegnanti, 750 mamme, 250 operatori informali e 350 volontari.

Oggi in Italia 1 milione di bambini vive in povertà educativa, termine che indica una scarsissima offerta di servizi e opportunità educative e formative che consentano ai minori di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni. WeWorld con il progetto Frequenza200 intende aiutare questi bambini a costruire un futuro migliore. Per questo il programma parte dall’obiettivo di coinvolgere insegnanti e famiglie che vivono il quartiere focalizzando l’attenzione sulla scuola come risorsa e come formazione al cambiamento.  Il progetto ha permesso di avviare un centro diurno in varie città identificate con il supporto e la collaborazione dei partner locali: MilanoTorinoRomaNapoliPalermoConversanoPolignano a MareMonopoli.

percorsi educativi consistono in attività di supporto scolastico e relazionale a favore dei minori coinvolti e parallelamente supporto alle famiglie. Le scuole sono invece coinvolte con attività di formazione degli insegnanti per creare un’equipe d’intervento omogenea verso i beneficiari. Per sette giornate la Lega B, le 22 associate, le aziende partner, i media sportivi e i licenziatari audiovisivi daranno alla Fondazione un’importante occasione di visibilità. La campagna sarà veicolata attraverso maglie in occasione dell’ingresso in campo delle squadre, messaggi speaker, video su maxischermi, adv e spot video sui siti web e social network di Lega, di B Solidale e delle 22 Società e sui media nazionali e locali.

CI SONO SOGNI CHE IL CALCIO RIESCE A REALIZZARE: 45527 PER UNO STADIO DI CALCIO A LAMPEDUSA

La Lega Nazionale Professionisti B e B Solidale Onlus, da sempre attente a riaffermare la centralità dei temi del rispetto e della solidarietà all’interno della comunità sportiva, vogliono dare un segnale concreto a Lampedusa, luogo simbolo di accoglienza e sensibilità umana.

“The Bridge – Un Ponte per Lampedusa” è il progetto attraverso il quale la Lega B e B Solidale Onlus, di concerto con l’amministrazione comunale di Lampedusa, si propongono di realizzare nel territorio di Lampedusa uno stadio di calcio pubblico di ultima generazione con tribuna, spogliatoi e impianto di illuminazione. Per 5 anni, inoltre, Lega B e B Solidale Onlus garantiranno la gestione dell’impianto, la formazione delle persone che si occuperanno della manutenzione e lo svolgimento di attività sportive, di percorsi formativi per le scuole e di integrazione dei ragazzi ospiti del centro di accoglienza. Il progetto prevede anche il cofinanziamento delle attività agonistiche delle squadre giovanili locali.

L’obiettivo è che il campo diventi il principale centro di aggregazione dell’isola non solo per le attività sportive, ma anche per altre iniziative come concerti ed eventi aperti a tutta la comunità di Lampedusa e agli ospiti del centro di accoglienza dell’isola.

Al fine di realizzare questo sogno e reperire parte dei fondi necessari, fino al 3 ottobre 2017 è attiva la campagna raccolta fondi tramite SMS e chiamate da rete fissa al 45527.

Per partecipare alla raccolta basta inviare un SMS al numero solidale 45527 o chiamare da rete fissa. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun sms inviato da cellulari personali TIM, Vodafone e WIND, di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TIM e Infostrada e di 5 euro da telefonia fissa Vodafone.

Social Street: socializzare con i vicini della propria strada
Italia: l’economia per l’1% o per il 99%? (seconda parte)

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...