Per un Natale all’insegna della legalità "facciamo un pacco alla camorra"

Pubblicato il 19 dicembre 2016

Per un Natale all’insegna della legalità “facciamo un pacco alla camorra”

Per queste feste natalizie perché non scegliere di portare in tavola i prodotti gastronomici provenienti dai terreni confiscati alla mafie, attualmente gestiti da cooperative? Anche quest’anno ritorna a Napoli l’edizione 2016 dell’iniziativa “Facciamo un pacco alla camorra”.

L’esemplare iniziativa di solidarietà, promossa dall’assessorato all’Istruzione e alle Politiche sociali e dalla Fondazione Polis della Regione Campania, invita tutta la cittadinanza a fare un buon gesto antimafia acquistando i “pacchi alla camorra” della RES Rete di Economia Sociale e del NCO Nuovo Commercio Organizzato e i cesti de “Il Natale di Libera”.

Tutti i prodotti sono il frutto del lavoro di tanti giovani svantaggiati che coltivano proprio su quelle terre dove un tempo aveva il predominio la criminalità organizzata.

L’Associazione Libera da anni è impegnata a promuovere l’effettiva applicazione della legge n. 109/96 sul riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie, che prevede l’assegnazione dei patrimoni e delle ricchezze di provenienza illecita a quei soggetti come associazioni, cooperative, Comuni, Province e Regioni, capaci di restituirli alla cittadinanza, attraverso servizi, attività di promozione sociale e lavoro.

I “pacchi alla camorra” e i cesti de “Il Natale di Libera” e tutti i prodotti potete acquistarli presso la “Bottega dei sapori e dei saperi della Legalità”, gestita da Libera Campania, nel Palazzo della Regione Campania, in via Raffaele de Cesare 22, a Napoli.

Corea del Sud: chiude il più grande mercato di carne di cane
Disabilità e lavoro: laurea e autocandidature aiutano

Tags: , , , , , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...