Portale di economia civile e Terzo Settore

Torna il Premio dedicato a Marcello Torre, il “sindaco gentile”

6

Sono trascorsi 36 anni da quando la camorra uccise brutalmente il primo cittadino di Pagani (Salerno), Marcello Torre, noto con il soprannome di “sindaco gentile”. Seppure la sua vita e il suo percorso da amministratore locale siano stati interrotti troppo presto, a distanza di decenni è rimasta immutata la commozione per quell’episodio criminale, così come l’affetto con cui ogni anno si ricorda la sua figura. Torna anche quest’anno quindi il tradizionale appuntamento con il Premio Nazionale per l’Impegno Civile, dedicato alla memoria di Marcello Torre e che quest’anno ha ricevuto la Medaglia del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’iniziativa, che in questa edizione 2016 sarà dedicata in particolare al tema dell’informazione, è già stata anticipata venerdì 9 dicembre dalla presentazione del libro “Il sindaco gentile. Gli appalti, la camorra e un uomo onesto” di Marcello Ravveduto, dedicato alla figura e alla storia di Marcello Torre.

L’evento entrerà però nel vivo oggi, domenica 11 dicembre, a Pagani. Alle 11.30, presso la chiesa della Purità di Corso Ettore Padovano, sarà celebrata una Santa Messa in suffragio dell’avvocato. A seguire, alle 12.45, la cerimonia di deposizione dei fiori in via Perone, nel luogo dove Torre fu assassinato. Nel pomeriggio, a partire dalle 17.30, presso la pinacoteca dell’Auditorium Sant’Alfonso Maria de’ Liguori di Piazza Sant’Alfonso, ai saluti istituzionali farà seguito la tavola rotonda sul tema “Il racconto delle mafie oggi: la ricerca della verità e il rischio della retorica” alla quale parteciperanno i giornalisti Domenico Iannacone, autore e conduttore della trasmissione di Rai 3 “I dieci comandamenti”, Toni Mira, capo redattore di “Avvenire”, e Rino Giacalone, direttore del portale d’informazione “Alqamah”.

Alle 19.30 sarà poi presentato il progetto editoriale de “Il Nuovo Piccolo Giornale“, che riporterà in vita “Il Piccolo Giornale”, il periodico fondato da Marcello Torre nel 1970. Si tratterà di un prodotto on line, che costituirà uno spazio di inchiesta, discussione, cronaca e approfondimento sui temi delle camorre e della politica in provincia di Salerno, attraverso il racconto attento di cronisti locali e firme di interesse nazionale. “Il Nuovo Piccolo Giornale”, una volta al mese, sarà distribuito anche in forma cartacea, ospitato come inserto del quotidiano “La Città” di Salerno.

La manifestazione proseguirà lunedì 12 dicembre alle 9.00, ancora presso l’Auditorium Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, con la cerimonia di Conferimento del Premio a Iannacone, Mira e Giacalone. Un Attestato di Merito sarà consegnato invece ad Antonio Centore, Procuratore Aggiunto presso la Procura della Repubblica di Salerno. Infine, come da tradizione, saranno assegnati alcuni Attestati alla Memoria. Quest’anno verranno ricordati Dino Gassani e Giuseppe Grimaldi, vittime innocenti della camorra, e Aldo Moro, vittima innocente del terrorismo. A ritirarli, i loro familiari.

Concluderà la due giorni, alle ore 11.00, l’incontro di don Luigi Ciotti, fondatore e presidente di Libera, con gli studenti di alcune scuole del territorio.

"Vite preziose": un sms per aiutare le donne afghane
Unicef: così vivono i bambini nel mondo

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...