Portale di economia civile e Terzo Settore

Ecco una guida su come smaltire le vecchie luci di Natale

65

Come vuole la tradizione oggi 8 dicembre, giorno in cui la Chiesa festeggia l’Immacolata Concezione di Maria Vergine, nelle case si allestisce l’albero di Natale con palline, nastri e luci colorate. Il più delle volte succede che i vecchi e non più funzionanti addobbi natalizi cedano il posto a quelli nuovi. Ed ecco che Ecolamp – Consorzio recupero e smaltimento rifiuti illuminazione ricorda le tre possibili soluzioni a disposizione dei cittadini per un corretto smaltimento delle decorazioni luminose.

Sono più di 3.900 Centri di Raccolta Comunali presenti su tutto il territorio nazionale che hanno a disposizione contenitori ad hoc per la raccolta differenziata delle diverse categorie di Raee (rifiuti elettrici ed elettronici). Le catene luminose e gli addobbi natalizi devono essere buttati nei contenitori del raggruppamento R4 (apparecchi di illuminazione, piccoli elettrodomestici ed elettronica di consumo).

Inoltre, per agevolare tutti i cittadini a individuare il Centro di Raccolta più vicino il Consorzio Ecolamp ha messo anche a disposizione l’applicazione ‘L’isola che c’è’ e la pagina web.

Con il ‘ritiro uno contro uno’ è possibile consegnare gratuitamente il proprio rifiuto elettrico al negoziante, quando si acquista un prodotto nuovo equivalente, ad esempio, lampadina contro lampadina. Invece, con il ‘ritiro uno contro zero’ è possibile dare gratuitamente il proprio piccolo Raee al negoziante, senza dover sostenere alcuna spesa e senza alcun obbligo di acquisto. Sono tenuti ad applicare questa modalità di ritiro i punti vendita con una superficie destinata alle apparecchiature elettriche ed elettroniche maggiore di 400mq, ma anche altri negozi.

Inquinamento atmosferico: 5 sono le città italiane oltre i limiti
E’ vietato calpestare i sogni: la campagna di solidarietà per i giovani di Scampia

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...