capitale verde d'europa

Pubblicato il 3 dicembre 2016

Bologna e Firenze candidate a Capitale verde europea 2019

Anche Bologna e Firenze concorrono al titolo Green Capital Award – Capitale verde europea 2019, il premio che la Commissione Europea assegna ogni anno alle città che si distinguono per i progressi verso una vita urbana rispettosa dell’ambiente.

La giuria è composta da rappresentanti della Commissione europea, del Parlamento europeo, del Comitato delle regioni, dell’Agenzia europea dell’ambiente, dell’ICLEI – Governi Locali per la Sostenibilità, dell’Ufficio del Patto dei Sindaci e dell’Ufficio europeo dell’Ambiente.

Vengono valutate le candidature sulla base di 12 indicatori: – cambiamenti climatici e interventi di mitigazione/adattamento; – trasporti locali; – aree urbane verdi e uso sostenibile del territorio; – natura e biodiversità; – qualità dell’aria; – inquinamento acustico; – produzione e gestione dei rifiuti; – gestione delle risorse idriche; – trattamento delle acque reflue; – ecoinnovazione e occupazione sostenibile; – rendimento energetico; – gestione ambientale integrata.

Nel mese di aprile 2017, sulla base della valutazione tecnica della Giuria, verrà individuata una rosa più ristretta di candidature ai premi finali. Le città selezionate presenteranno le loro proposte nel mese di giugno 2017.

La giuria, in particolare, valuterà:

  • l’impegno per il continuo miglioramento ambientale,
  • il livello di ambizione degli obiettivi futuri,
  • le attività di comunicazione per i cittadini,
  • la misura in cui essi possono agire come esempi per promuovere le migliori pratiche ambientali in altre città europee.

I vincitori saranno annunciati a giugno 2017. La premiazione avrà luogo a Essen, in Germania, Capitale verde europea per il 2017.

 Le città candidate 2019 sono Kamëz (Albania), Gent (Belgio), Tallinn (Estonia), Lahti (Finlandia), Strasburgo (Francia), Bologna e Firenze (Italia), Oslo (Norvegia), Varsavia (Polonia), Lisbona e Funchal (Portogallo), Arad (Romania), Siviglia (Spagna), Pecs (Ungheria).

 Quindi, anche Bologna e Firenze tra le città candidate per il titolo di Capitale verde europea 2019, giunto alla decima edizione, titolo che nessuna città italiana è arrivata a conseguire.

 Il Commissario Europeo all’Ambiente, Karmenu Vella, ha dichiarato: “Sono lieto di vedere un numero record di iscrizioni per le competizioni di quest’anno. Sempre più città si stanno rendendo conto che investire nel rendere le nostre città più verdi è un modo per investire nel benessere delle persone, in posti di lavoro e in un ambiente sano. Le città sono i luoghi in cui il potenziale di crescita dell’Europa è maggiore e dove la maggior parte degli europei vedono la politica ambientale in azione. Queste città candidate ci stanno mostrando il tipo di impegno urbano e l’innovazione che le aiuterà a prosperare anche in futuro”.

Un impegno tanto più importante se si considera che ben due terzi dei cittadini europei vivono in contesti urbani. E così, se da un lato le sfide per uno sviluppo sostenibile in città sono difficili da vincere, dall’altro è necessario considerare che i contesti urbani sono centri nevralgici di innovazione e luoghi privilegiati per la sperimentazione di soluzioni inedite. Per questo Green Capital Award  intende favorire la cooperazione tra le città europee, valorizzando progetti sostenibili rilevanti che possono essere replicati anche in altri Comuni.

 Ricordiamo la classifica delle città che hanno vinto il premio negli anni precedenti: Stoccolma, Svezia 2010; Amburgo, Germania 2011; Vitoria-Gasteiz, Spagna 2012; Nantes, Francia 2013; Copenaghen, Danimarca 2014; Bristol, Inghilterra 2015; Lubiana, Slovenia 2016; Essen, Germania 2017; Nimega, Olanda 2018.

Gli studenti italiani immaginano l'Europa di domani
In arrivo fondi per il sostegno alle persone in difficoltà e non autosufficienti

Tags: , , , , , , ,

Valerio Roberto Cavallucci

Responsabile delle sezioni di approfondimento: Responsabilità sociale; Legalità; Innovazione sociale; Sostenibilità ambientale; Partenariato Pubblico Privato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...