Portale di economia civile e Terzo Settore

istituto-penitenziario-bollate

Dopo la sperimentazione nel carcere di Bollate su 500 carcerati che hanno fatto esperienze lavorative azzerando quasi l’aggravante, adesso è la volta di Opera, Rebibbia, il carcere di La Spezia, di Napoli, di Nisida e poi si aggiungeranno altri 4 istituti penitenziari, anche per minori, in cui 100 detenuti avranno la possibilità di partecipare a percorsi di formazione professionale nel campo dell’Ict, information and communication technology.