Portale di economia civile e Terzo Settore

Croqqer, Doing Things Together

8

L’approfondimento di questa settimana intende focalizzare l’attenzione sul concetto di people raising e skills raising, in termini di raccolta di tempo, competenze e abilità, e non di fondi, per il raggiungimento del benessere della collettività e della felicità pubblica. Intendiamo parlare di Croqqer, la community di persone che unisce chi ha bisogno di aiuto con chi può darlo.

Croqqer fa crescere gli scambi tra le persone che vivono vicino, per dare la possibilità a tutti di creare valore economico e sociale. Chiunque può far parte della community di Croqqer, pubblicare una richiesta, candidarsi per svolgere un lavoro, guadagnare ed essere utile, anche volontariamente, offrendo il proprio tempo e le proprie competenze.

E’ la tecnologia che aiuta a connettere le persone ma le relazioni umane sono il collante.

La richiesta di aiuto può essere supportata in tre modi:

  1. indicare la cifra che si è disposto a pagare per il servizio;
  2. proporre uno scambio di servizi;
  3. chiedere un aiuto volontario.

Il fatto di prevedere tre modalità diverse per richiedere un servizio/lavoro, rende Croqqer versatile e aperta a infinite diverse applicazioni che abbiano un impatto positivo, ad esempio anche azioni collettive di ‘rigenerazione urbana’, la possibilità per le persone più bisognose o in difficoltà di chiedere un aiuto, la facilitazione delle attività di volontariato dei dipendenti di un’azienda, l’utilizzo da parte di associazioni non governative, banche del tempo o social street, che spesso vedono limitata la loro operatività proprio per la mancanza di una piattaforma tecnologica efficace che permetta l’incontro tra domanda di aiuto e offerta di soluzioni.

Ogni connessione diventa un’opportunità di conoscenza, di scambio, di interazione tra persone della stessa città o quartiere. Più del 30% dei servizi nella community di Croqqer vengono svolti volontariamente o come scambio, dimostrando come le persone sono disponibili ad aiutarsi a vicenda.

Si può richiedere un aiuto per lavori manuali (es.: dipingere una stanza, montare un mobile, fare giardinaggio, la spesa o le pulizie, falegnameria, piccoli traslochi…) o intellettuali (es.: lezioni, traduzioni, servizi grafici…) e offrire in cambio un compenso. Oppure si può richiedere che l’aiuto venga offerto su base volontaria o proporre uno scambio di servizi.

Pubblicare una richiesta di servizio è gratuito. Una volta inserita la richiesta si aspettano le risposte, si guardano i profili e le recensioni.

La fiducia nell’uso di Croqqer si basa sui seguenti aspetti:

  • Profili consultabili: ogni Croqqer ha il suo profilo con dettagliata biografia corredata da una foto.
  • Recensioni e Valutazioni: rating reciproco sulla base delle esperienze.
  • Sicurezza: pagamento anticipato, presenza locale e sostegno dei Community Manager.
  • Velocità: nel 95% dei casi, entro un’ora dalla pubblicazione dell’annuncio arriva la prima risposta.
  • Servizio personalizzato: profili e richieste di servizio sono indirizzati individualmente ai Community Manager.
  • Social media: il collegamento con i profili Facebook e Linkedin.

Riportiamo i principali passi da seguire sulla piattaforma:

  1. Inserire la richiesta. Dare un titolo chiaro, scegliere la categoria giusta e descrivere il servizio che si vuole richiedere dando tutti i dettagli possibili. Si può offrire un compenso (la cifra che si è disposti a pagare per il servizio) oppure si può richiedere che l’aiuto venga offerto su base volontaria o anche proporre uno scambio di servizi. I Croqqer risponderanno direttamente all’annuncio.
  2. Scegliere il proprio Croqqer. Leggere i profili e le valutazioni dei Croqqer che hanno risposto alla richiesta e scegliere quello idoneo assegnandoli il servizio. Nel caso di servizio retribuito, si dovrà pagare la cifra concordata direttamente sulla piattaforma. Solo a lavoro concluso la somma sarà trasferita al Croqqer. Quando si assegna il servizio a un Croqqer, si riceve una email con i suoi contatti, così si potranno prendere accordi direttamente con lui per lo svolgimento del servizio.
  3. La valutazione. Una volta che il servizio è completato, si pubblica la propria recensione. La somma che concordata verrà trasferita al Croqqer quando entrambe le parti avranno inserito la propria recensione.

Croqqer è la prima azienda a diventare Società Benefit in Italia e ha ottenuto la certificazione B Corp, perchè oltre al profitto, cerca il beneficio comune per la società, l’ambiente e le comunità in cui opera.

Le Società Benefit sono una nuova forma giuridica d’impresa, introdotta in Italia dal 1 Gennaio 2016, che garantisce una solida base per allineare la missione e creare valore condiviso nel lungo termine.

Nate negli USA nel 2010 con la dicitura Benefit Corporation, l’Italia attualmente è l’unico Paese al mondo che ha introdotto nel proprio ordinamento questa forma giuridica per le società che “nell’esercizio di una attività economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse”.

Le Società Benefit rappresentano un paradigma più evoluto di business, a partire dal suo dna, e in pochi anni è diventato uno dei fenomeni economici più osservati al mondo. La visione è di innescare una competizione positiva tra tutte le aziende, perché siano misurate e valutate nel loro operato secondo uno stesso metro: il vero Beneficio prodotto per la società e la biosfera, e non soltanto gli utili per gli azionisti.

Strettamente collegata alla Società Benefit è la certificazione B Corp, che consente alle aziende di misurare le performance ambientali e sociali e migliorarle nel tempo. La certificazione, a cura di un ente terzo, valuta le aree di governance, ambiente, persone e comunità: solo le aziende che raggiungono un punteggio minimo richiesto sono eleggibili come B Corp.

Concludiamo riportando il manifesto di Croqqer:

Croqqer è una comunità globale basata sui valori:

noi crediamo di poter rendere la società e la biosfera migliori, senza compromessi.

Croqqer costruisce comunità locali di persone,

incoraggiando e sostenendo lo scambio e la condivisione di tempo e talenti,

per creare valore sociale ed economico e rigenerare le relazioni umane.

 

Croqqer crea benessere e migliora la vita delle persone, costruendo comunità basate sulla fiducia

e permettendo alle persone di dedicare il loro tempo a ciò che amano di più.

Croqqer promuove l’economia a Km0, le sue comunità sono aperte, inclusive, interdipendenti e connesse.

Il suo modello ideale è la Benefit Corporation e la moneta preferita è la fiducia e il rispetto reciproco.

 

Croqqer è il nuovo paradigma di interazione umana,

la ridefinizione del concetto di lavoro, l’impulso all’imprenditorialità,

l’evoluzione dalla transazione alla relazione.

 

La vita è un dono che offre infinite opportunità di dare e ricevere.

Croqqer rende nuovamente il lavoro gratificante,

trasformandolo in una condivisione limpida di umanità e talenti.

 

Qualcuno può paragonare Croqqer a “A Facebook with a purpose”,

qualcun altro a “The Internet of People”.

Croqqer è solo uno dei modi migliori per ritrovarsi l’uno con l’altro per fare le cose insieme.

 Mentre la tecnologia collega, è l’umanità che unisce.

 

 

Vado al museo
Fundraising per la politica

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...