Portale di economia civile e Terzo Settore

In aiuto dei bimbi dislessici arriva il dinosauro Tachidino

6

Migliorare le abilità di scrittura e di lettura dei bambini dislessici attraverso Tachidino, un amico dinosauro protagonista di un gioco online realizzato dai ricercatori dell’Istituto Scientifico Medea – La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco) come strumento terapeutico.

Ma vediamo nello specifico come funziona? Il gioco è molto facile da usare. Bisogna aiutare Tachidino a catturare il suo cibo preferito e nel momento in cui il bambino cattura il bon bon giusto, appare per brevissimo tempo una parola da leggere e da scrivere: se è giusta il dinosauro può mangiare il dolcetto.

Il software si fonda su due principi la cui rilevanza ed efficacia per i disturbi dell’apprendimento sono state ampiamente documentate nella letteratura scientifica internazionale, cui ha dato un notevole apporto la ricerca italiana. Il primo è il Balance Model di Dirk Bakker, che prevede la stimolazione dell’emicampo visivo destro o sinistro a seconda del tipo di dislessia diagnosticata; il secondo principio è l’allenamento dell’attenzione selettiva visuospaziale, della gestione del movimento rapido e dell’affollamento visivo (crowding), in base alla teoria magnocellulare, che collega le difficoltà di lettura a deficit nella percezione del movimento e nella localizzazione degli oggetti nello spazio.

Tachidino è disponibile in una versione base completamente gratuita, che permette un allenamento a gioco libero. Il percorso è gestito da un algoritmo predefinito, capace di adattarsi ad alcune caratteristiche del soggetto rilevate dal sistema in base ai risultati ottenuti al gioco.

Inoltre, i genitori di bimbi dislessici possono anche optare di contattare un operatore qualificato all’interno del network “operatori Tachidino”. Nella versione Labs lo specialista, in base al profilo di lettura del bambino, imposta e personalizza i sofisticati parametri che definiscono il tipo di esercizio, gli ambienti e le caratteristiche dello stimolo, e può monitorarli tramite collegamenti via web o in studio.

 

Crafting the Future: con Cangiari la moda etica fa cultura
Roma: al Centro sportivo Fulvio Bernardini campi e piste in gomma riciclata

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...