Portale di economia civile e Terzo Settore

Parte a Milano l’iniziativa “Gusto per la Ricerca” per i malati di Sla

1

Da oggi 24 settembre e fino al 23 ottobre 2016 nelle aree esterne di 15 punti vendita Carrefour Market a Milano e nei dintorni troverete due carrettini itineranti che distribuiranno coppette di gelato al gusto ‘AriSla’, ossia menta con scaglie di cocco, in cambio di una libera donazione.

Si tratta de “Il Gusto per la ricerca”, l’ultima iniziativa di raccolta fondi a sostegno di AriSLA – Fondazione Italiana di Ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica, che dal 2008 promuove, coordina e finanzia scienziati impegnati nell’arduo compito di trovare una terapia per la cura della Sclerosi Laterale Amiotrofica. Attualmente nel nostro Paese sono colpite da questa malattia neurodegenerativa circa 6 mila persone, un numero purtroppo destinato ad aumentare.

Il ricavato della raccolta fondi pertanto servirà a finanziare il progetto di ricerca di base “Chronos”, coordinato dal dottor Fabian Feiguin, ricercatore dell’International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (ICGEB) di Trieste, nato con lo scopo di conoscere meglio la proteina TDP-43, coinvolta in alcune forme familiari e sporadiche di Sla, e aprire nuove prospettive per lo sviluppo di farmacologi per i malati.

Venerdì 30 settembre, nel pomeriggio, il carrettino approderà al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia in occasione di MEETmeTONIGHT”, l’edizione milanese e lombarda della Notte Europea dei Ricercatori, l’appuntamento annuale che si propone di diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca tra i cittadini di tutte le età. All’evento parteciperà anche la Fondazione AriSLA come promotrice dell’incontro ‘Segnali dal cervello’, dove i ricercatori dell’associazione condurranno gli ospiti in un viaggio alla scoperta dei segnali e delle funzioni del cervello, fino ad arrivare a capire cosa succede quando questi segnali si interrompono.

Amazon lancia vendita prodotti locali sul nuovo negozio Handmade
"Questo sono io", la carta d'identità per i malati di Alzheimer

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...