Portale di economia civile e Terzo Settore

Gli studenti italiani a scuola di “Cittadinanza e Costituzione”

9

Trasformare gli studenti di oggi in cittadini partecipi e responsabili di domani. Questo l’obiettivo del Miur che, in collaborazione con la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica, promuove anche quest’anno un percorso formativo indirizzato alle scuole di tutta la Penisola.

L’intento è quello di “allargare gli orizzonti del sapere alla dimensione della cittadinanza”, come si legge in una nota del Ministero. “Un’idea di cittadinanza creativa e aperta, dove i valori della nostra Costituzione e quelli dell’integrazione europea rappresentano la piattaforma comune dell’esperienza scolastica e di quella istituzionale”.

Sono, dunque, questi gli obiettivi e i temi che Parlamento e Miur propongono a studenti e docenti nell’anno scolastico 2016-17, rinnovando i bandi per i progetti a sostegno dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” nelle scuole.

Attraverso tali bandi si vuole promuovere nelle scuole l’approfondimento e la ricerca sui principi della Carta costituzionale. Ogni scuola potrà usare questi progetti per arricchire la propria offerta formativa, realizzare percorsi didattici innovativi, collegarsi più strettamente al proprio territorio.

Nell’ambito di tale iniziativa sono previste anche una serie di attività parallele. A cominciare dal concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione” promosso in occasione del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma e volto a premiare il miglior progetto sull’articolo 11 della Costituzione, con particolare riferimento alle istituzioni dell’Unione Europea.

Spazio poi al progetto “Vorrei una legge che…“, dove gli studenti possono elaborare una propria proposta di legge e “Testimoni dei diritti“, per approfondire la situazione dei diritti umani nel mondo.

Anche quest’anno riparte poi l’iniziativa “Parlawiki-Costruisci il vocabolario della democrazia“, ideato dalla Camera e dal Miur, che nella passata edizione ha riscosso un notevole successo. Parlawiki è un’iniziativa destinata alle quinte delle scuole primarie e alle secondarie di primo grado, che potranno illustrare alcune “parole chiave” della democrazia in forma multimediale.
Infine c’è la possibilità per le scuole di conoscere da vicino il Parlamento, attraverso visite a Palazzo Montecitorio (Giornata di formazione a Montecitorio) e a Palazzo Madama (Un giorno al Senao) che permettono ai giovani di entrare direttamente nei luoghi delle Istituzioni parlamentari e conoscerne “sul campo” il ruolo e le funzioni.

Di seguito i link per scaricare i singoli bandi:

Ocse su istruzione: scende la spesa pubblica, docenti anziani e Neet in aumento
Cresce l'aspettativa di vita per chi ha la sindrome di Down

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...